02/07/2020
Largo Consumo 06/2020 - Approfondimento - pagina 87 - 1 pagina - Massimo Barbieri
Franchising

Affiliazione, il futuro è multi

Affiliazione, il futuro è multi

Dopo l’esordio nel Vecchio Continente, a Firenze, e poi a Londra, si è tenuta a fine gennaio, a Vienna, l’edizione 2020 di Master & Multi-Unit Franchising Conference, evento ormai abituale negli Usa, dove si svolgerà, a Las Vegas, dall’1 al 4 settembre. Abituale perché gli Stati Uniti restano i trendsetter: sempre di più, negli Usa, si assiste, infatti, allo sviluppo di franchisee che sono sia multi-unit, hanno cioè più di un punto vendita, sia multibrand, cioè sono impegnati su più marchi, e spesso in più settori. Si tratta di un fenomeno di consolidamento, di cui probabilmente vedremo gli sviluppi (peraltro già in corso) sia in Europa, sia in Italia. Ed è un’evoluzione comprensibile e naturale, data la sua logica win-win: da un lato i franchisor tendono, ovviamente, a premiare i franchisee più dinamici, strutturati e solidi, dando loro più unità, e avvantaggiando, in questo modo, la catena affiliante...

Argomenti

Citati in questo articolo:
Zako Sushi Experience e, paul, nau, tgi fridays, beer and food, carl jr, casa gambrinus, official irish pub, victorias secrets, 400 gradi, blaze pizza, Autogrill, starbucks, footlocker, Burger King, l’erbolario, Boots, solaris, gruppo cremonini, piquadro, sirio, h and m (s), Domino’s Pizza, cioccolatitaliani, pandora, shake shack, ALSEA, wagamama, Assofranchisig, spontini, Alice Pizza, quantum retail srl, AmRest, Alshaya group