italiano italiano English English
26/04/2018
Largo Consumo 04/2018 - Approfondimento - pagina 100 - 1 pagina - Sala Carlo
 
 
Beverage

Vermouth e aperitivi in altalena

Nato come digestivo nel 1786 a Torino, per mano di Benedetto Carpano, il vermouth ha conosciuto una seconda, ma forse fugace, giovinezza dopo i fasti degli anni Settanta: nel 2014 sono nati 25 nuovi brand di vermouth, ma circa metà hanno chiuso entro il 2017. Dati di mercato citati dal Sole24Ore lo scorso settembre parlano di circa 5 milioni di bottiglie per il solo vermouth di Torino, mentre nel mondo le vendite di vermouth e bevande aromatizzate sono pari a 99 milioni di bottiglie. E secondo una ricerca de Il Foglio e della Fondazione Edison l’Italia è il primo Paese al mondo per bilancia commerciale del settore “vermouth e altri vini di uve fresche aromatizzati”, con un surplus con l’estero nel 2016 di 161 milioni di dollari, davanti a Spagna e Giamaica (le esportazioni sono ammontate quell’anno a 163 milioni di dollari...


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Superalcolici, spiriti e amari Vino
 
Tag citati: Bianchini Filippo, Calogero Giuliano, Cantone Giuseppe, Carpano Benedetto, Confindustria, De Martino Monica, Despar, Fondazione Edison, Il Foglio, Istituto del Vermouth di Torino, Machado Clara, Martini & Rossi, Musso Beppe, Nielsen, Nova Coop, Sole 24 Ore, Unes

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati