italiano italiano English English
01/10/2015
Largo Consumo 10/2015 - Notizia breve - pagina 131 - 1/6 di pagina - Redazione di Largo Consumo
 
 

Una sneaker dalla plastica oceanica

Dall’idea di recuperare e riciclare la plastica finita negli oceani che inquina i fondali con enormi rischi per l’ambiente, Adidas ha creato la prima sneaker da rifiuti oceanici. La scarpa sportiva, realizzata in collaborazione con Parley for The Oceans, organizzazione che si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle condizioni degli oceani, si caratterizza per la tomaia per la quale sono stati utilizzati filati e filamenti di recupero, materiali ricavati sia da rifiuti plastici marini.

Dall’idea di recuperare e riciclare la plastica finita negli oceani che inquina i fondali con enormi rischi per l’ambiente, Adidas ha creato la prima sneaker da rifiuti oceanici. La scarpa sportiva, realizzata in collaborazione con Parley for The Oceans, organizzazione che si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle condizioni degli oceani, si caratterizza per la tomaia per la quale sono stati utilizzati filati e filamenti di recupero, materiali ricavati sia da rifiuti plastici marini che da reti illegali per la pesca d’altura. A organizzare il recupero delle rete ha provveduto Sea Sheperd, organizzazione partner di Parley, a seguito di una missione di 110 giorni di inseguimento di una nave bracconiera terminata al largo dell’Africa occidentale. Il prototipo pare sia solo il primo di una serie, per arrivare a fine anno alla presentazione di altri prodotti destinati alla vendita.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Abbigliamento e articoli sportivi Ambiente Riciclo Plastica Rifiuti
 
Tag citati: Adidas, Parley for The Oceans, Sea Sheperd

Notizie correlate