italiano italiano English English
01/04/2019
Largo Consumo 04/2019 - Approfondimento - pagina 118 - 1 pagine - Hassan Robert
 
 
Parafarmacisti

Una professione non di serie B

In Italia le parafarmacie che hanno come titolari farmacisti sono circa un migliaio e attualmente sono quasi 3.000 le persone che lavorano in questo settore. Questi i dati elaborati da Unaftisp (Unione Nazionale Farmacisti Titolari di Sola Parafarmacia) che nasce per far sentire la voce di questi professionisti in modo che continuino a esercitare i loro diritti mettendo tutto il loro know how a disposizione dei pazienti senza limiti e discriminazioni. «Abbiamo fatto sacrifici nella formazione allo scopo di diventare professionisti per poter sostenere la salute pubblica attraverso un lavoro che si fonda su un servizio al cittadino; nonostante questo dobbiamo sentirci chiedere in cosa esattamente siamo laureati – sottolinea Alexandra Kataropoulou, parafarmacista alla Farmasan di Pavia –. Il parafarmacista è il titolare di una parafarmacia e, rispetto al farmacista che lavora in farmacia, ha fatto lo stesso percorso di studi, quindi, più che “somiglianza”, si direbbe che sono assolutamente identici, figurarsi poi se tra i due possa esserci contrapposizione. Tantissimi farmacisti titolari di parafarmacia non solo hanno percorsi accademici eccellenti, ma sono addirittura andati oltre, conseguendo per esempio specializzazioni in fitoterapia, master in prodotti omeopatici, master inmarketing farmaceutico, eccetera».

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Parafarmaci Farmaci, Medicinali e Farmacie Risorse umane
 
Tag citati: Bersani, Dalzocchio Pierpaolo, Farmasan, Kataropoulou Alexandra, Mid Up, Unaftisp, Unione Nazionale Farmacisti Titolari di Sola Parafarmacia

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati