italiano italiano English English
03/07/2017
Largo Consumo 07-08/2017 - Approfondimento - pagina 20 - 1 pagina - Montanari Titta
 
 
Inquinamento acquifero

Un pericolo di nome Pfas

Pfas, è questo l’acronimo della sostanza che, da tempo, sta minacciando alcuni Comuni del Nord Est d’Italia tenendo letteralmente col fiato sospeso gran parte degli abitanti del Veneto e non solo di questa regione. Si tratta, più precisamente, di sostanze perfluoroalchiliche impiegate nei processi di produzione di molti beni di largo consumo. Si pensi, per esempio, ai detersivi, ai tessuti impermeabili, alle pelli, ai contenitori per alimenti, ai rivestimenti antiaderenti delle pentole. A rischio corsi d’acqua e potabilità della risorsa idrica. Ma non basta: secondo notizie di stampa, infatti, questi componenti sarebbero a tal punto inquinanti da influire anche sul metabolismo umano e animale costituendo, così, un grave pericolo non solo per l’ambiente ma anche per la nostra salute.

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Inquinamento Ambiente Acqua Salute, Sanità e Benessere
 
Tag citati: Agenzia regionale per la prevenzione e la protezione ambientale del Veneto, Arpav, Comuni, Consiglio nazionale delle ricerche, Istituto Superiore della Sanità, Ministero della Salute, Miteni Spa, Organizzazione mondiale della sanità, Pfas, Regione, Regione Veneto, Registro Tumori, Tribunale superiore delle acque pubbliche

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati
Acqua