italiano italiano English English
01/03/2017
Largo Consumo 03/2017 - Approfondimento - pagina 102 - 1 pagina - Torchiani Gianluigi
 
 
Biomasse

Un passo avanti e uno indietro

Una delle fonti a cui l’Europa, ma non solo, fa più affidamento per aumentare la sua quota di produzione energetica rinnovabile è senza dubbio la famiglia delle biomasse, termine che, di primo acchito, può far pensare a qualcosa di collegato esclusivamente con il mondo agricolo. In realtà dietro questo termine c’è una vastissima gamma di materiali, vergini o residui di lavorazioni agricole e industriali. Infatti, come recitano le definizioni ufficiali (DLgs 28/2011), per “biomassa” si intende la frazione biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui di origine biologica provenienti dall’agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali), dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, compresa la pesca e l’acquacoltura, nonché la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani.

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Energia Energie rinnovabili Bioenergie
 
Tag citati: Aiel, CO, Conto termico, DLgs 28/2011, Energy & Strategy Group, MW, NOx, Paese, Politecnico di Milano, “Aria Pulita”

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati