01/09/2014
Largo Consumo 09/2014 - Notizia breve - pagina 133 - null - Redazione di Largo Consumo
 
 

Sulla pesca di tonno rosso decide la Ue

Non più i singoli Stati ma l’Unione europea stabilisce i limiti di pesca del tonno rosso con la facoltà semmai di suddividere discrezionalmente le quote di cattura tra i diversi sistemi di pesca e le singole unità nell’ambito degli specifici sistemi. Lo ha decretato il Tar del Lazio.

Non più i singoli Stati ma l’Unione europea stabilisce i limiti di pesca del tonno rosso con la facoltà semmai di suddividere discrezionalmente le quote di cattura tra i diversi sistemi di pesca e le singole unità nell’ambito degli specifici sistemi. Lo ha decretato il Tar del Lazio con una sentenza che fa riferimento al decreto del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali dell’1 marzo 2013 che ha ripartito il quantitativo totale ammissibile assegnato all’Italia (1.950,42 tonnellate annue) per la campagna di pesca 2013. La decisione segue il contenzioso sollevato dalla società che esercita la pesca del tonno rosso nell’Adriatico che ha contestato la ripartizione delle quote individuali a ciascun imprenditore per le catture con il sistema “palangaro”.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Pesce o ittici
 
Tag citati: Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Stati, Tar del Lazio, Unione Europea

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati
Ittici