italiano italiano English English
04/07/2018
Largo Consumo 06/2018 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Caffetterie

Starbucks presto a Milano, ma rallenta negli Usa

Starbucks chiude 150 caffetterie negli Usa. La decisione è legata al rallentamento delle vendite, che nel trimestre in corso dovrebbero segnare +1%, il risultato peggiore degli ultimi 9 anni. Mediamente l’azienda chiude ogni anno una cinquantina di caffetterie tra quelle che non forniscono risultati adeguati, ma nel 2018 la cifra è destinata a triplicare. Il gruppo non rinuncia comunque all’espansione internazionale e conferma il suo 1° Pdv in Italia a Milano in Piazza Cordusio: 2.400 mq nell’ex palazzo delle Poste, con apertura prevista per il mese di settembre, per quello che sarà il locale più grande d’Europa. Il gruppo Percassi, che ha l’esclusiva per l’Italia del [...]

Nell'articolo:

  • Starbucks in cifre

Starbucks chiude 150 caffetterie negli Usa.

La decisione è legata al rallentamento delle vendite, che nel trimestre in corso dovrebbero segnare +1%, il risultato peggiore degli ultimi 9 anni. Mediamente l’azienda chiude ogni anno una cinquantina di caffetterie tra quelle che non forniscono risultati adeguati, ma nel 2018 la cifra è destinata a triplicare.

Il gruppo non rinuncia comunque all’espansione internazionale e conferma il suo 1° Pdv in Italia a Milano in Piazza Cordusio: 2.400 mq nell’ex palazzo delle Poste, con apertura prevista per il mese di settembre, per quello che sarà il locale più grande d’Europa.

Il gruppo Percassi, che ha l’esclusiva per l’Italia del marchio, parla già di 5 nuovi store nel territorio lombardo. Starbucks, dopo Milano, aprirà anche all’aeroporto di Malpensa.

Starbucks in cifre
Pdv
24.000
presenza
70 Paesi
miscele di caffè
30
Fonte: elaborazione di Largo Consumo su dati aziendali
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Caffè Bar Internazionalizzazione
 
Tag citati: Percassi, Starbucks

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati
Caffè