28/11/2016
Largo Consumo 11/2016 - Notizia breve - 1 pagina - pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Prodotti alimentari per l'infanzia

Sicuri e nutrizionalmente ottimali

In seguito ad alcuni messaggi potenzialmente fuorvianti veicolati dalla trasmissione di Rai3 "Indovina chi viene a cena", l'Associazione italiana industrie prodotti alimentari (Aiipa), con una nota, fa chiarezza, a beneficio dei consumatori, riguardo alle caratteristiche dei prodotti dedicati all’infanzia.

 

In primo luogo, sottolinea l'associazione, la comunità scientifica riconosce che i bambini hanno esigenze nutrizionali specifiche e differenti da quelle dell’adulto, sia per l’immaturità funzionale dei loro organi sia perché i bambini sono maggiormente vulnerabili e sensibili ai contaminanti (fino a 25 volte più degli adulti). Proprio per queste ragioni, specifiche normative che disciplinano produzione e vendita degli alimenti destinati alla prima infanzia stabiliscono sul principio di precauzione i tenori massimi di alcune sostanze raggiungibili non solo mediante appositi processi di produzione ma anche attreverso una rigorosa selezione delle materie prime. La selezione spinta delle materie prime e i controlli delle aziende non rendono confrontabili i costi di produzione dei prodotti per l’infanzia con quelli degli alimenti comuni.

 

In seguito ad alcuni messaggi potenzialmente fuorvianti veicolati dalla trasmissione di Rai3 "Indovina chi viene a cena", l'Associazione italiana industrie prodotti alimentari (Aiipa), con una nota, fa chiarezza, a beneficio dei consumatori, riguardo alle caratteristiche dei prodotti dedicati all’infanzia.

 

In primo luogo, sottolinea l'associazione, la comunità scientifica riconosce che i bambini hanno esigenze nutrizionali specifiche e differenti da quelle dell’adulto, sia per l’immaturità funzionale dei loro organi sia perché i bambini sono maggiormente vulnerabili e sensibili ai contaminanti (fino a 25 volte più degli adulti). Proprio per queste ragioni, specifiche normative che disciplinano produzione e vendita degli alimenti destinati alla prima infanzia stabiliscono sul principio di precauzione i tenori massimi di alcune sostanze raggiungibili non solo mediante appositi processi di produzione ma anche attreverso una rigorosa selezione delle materie prime. La selezione spinta delle materie prime e i controlli delle aziende non rendono confrontabili i costi di produzione dei prodotti per l’infanzia con quelli degli alimenti comuni.

 

La legislazione sulla sicurezza dei prodotti alimentari dedicati all'infanzia impone livelli di contaminanti (come micotossine o metalli pesanti) da 4 a 20 volte inferiori alle quantità contenute nei prodotti comuni. E anche dal punto di vista nutrizionale, la composizione dei prodotti dedicati ai bambini, dettata da apposite normative europee e nazionali, basate sulle valutazioni dell’Efsa (Autorità europea per la sicurezza alimentare), garantisce che questi prodotti siano nutrizionalmente ottimali, in quanto la loro composizione è rigorosamente definita in termini di macro e micro nutrienti.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Alimenti per l´infanzia Tracciabilità della Filiera
 
Tag citati: Rai 3, "Indovina chi viene a cena", Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari , Aiipa, Efsa, Autorità europea per la sicurezza alimentare

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati