italiano italiano English English
21/01/2016
Largo Consumo 01/2016 - Approfondimento - pagina 33 - 1 pagina - Chiara Mandelli
 
 
Prima infanzia

Pampers e Huggies sotto accusa

Spesso le aziende legate al mondo dell'infanzia finiscono sotto il mirino dello Iap. Esempio recente è l'accusa di comunicazione commerciale ingannevole, nel novembre 2015, per la pubblicità dei pannolini Pampers Progressi, prodotti e commercializzati dall'azienda Kimberly Clark-Fater, a causa dell'immagine presente nello spot del prodotto, in cui si contrappone il pannolino Pampers Progressi Nasce a un altro prodotto chiaramente privo di fori. Altro caso risale al giugno 2015, con l'accusa di pubblicità ingannevole al comparto dei pannolini Huggies, in merito a uno spot considerato sessista da diverse associazioni di consumatori, che per illustrare la differenza fisiologica nella raccoltà della pipì nei pannolini, portava avanti immagini stereotipate di maschi e femmine.

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Pubblicità Assorbenti igienici e pannolini
 
Tag citati: Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza , Change.org, Huggies, Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria, Kimberly Clark-Fater, Mediaset, Pampers, Rai, Spadafora Vincenzo

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati