italiano italiano English English
16/08/2018
Largo Consumo 07-08/2018 - Approfondimento - pagina 20 - 1 pagina - Uva Daniela
 
 
Scarti tessili

Nuovi filati dagli abiti dismessi

Un vecchio maglione, un cappotto passato di moda, un cappellino diventato troppo piccolo. Non sono solo capi di abbigliamento da eliminare dall’armadio, ma prodotti destinati a una nuova vita. Il merito è di Astri – Associazione tessile riciclato italiano – che ha come obiettivo proprio spingere il comparto del tessile riciclato o rigenerato. In particolare la lana, un tessuto nobile dal quale è possibile, dopo un’apposita lavorazione, ottenere una fibra completamente nuova e disponibile per la creazione di nuovi prodotti. L’associazione è nata a Prato – punto di riferimento del distretto tessile italiano - lo scorso anno proprio per cercare di ridurre gli sprechi della moda, dettati da cambiamenti repentini che oggi spingono sempre più italiani a mandare in discarica vestiti diventati vecchi troppo presto. A spingere il fenomeno è soprattutto il proliferare delle catene di abbigliamento low cost...


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Tessile Riciclo Innovazione Abbigliamento
 
Tag citati: Astri, Depop, eBay, Etsy, Ronchi, Tesi Fabrizio

Notizie correlate