italiano italiano English English
25/06/2019
Largo Consumo 05/2019 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Acque minerali

Mercurio sotto controllo

Il mercurio nelle acque minerali italiane è presente a livelli trascurabili per la salute della popolazione. È quanto emerge da uno studio coordinato dall'Istituto per la dinamica dei processi ambientali del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Idpa). La ricerca "Ultra-trace determination of total mercury in Italian bottled waters" è stata pubblicata sulla rivista Chemosphere, in collaborazione con l'Istituto di nanotecnologia (Cnr-Nanotec), l'Università della Calabria (Unical), le Università Sapienza di Roma, degli Studi di Ferrara, Ca' Foscari di Venezia e Magna Graecia di Catanzaro. Si confermano i livelli trascurabili di Hg nelle acque in bottiglia italiane, circa 1.000 volte inferiori rispetto al valore limite di [...]

Nell'articolo:

  • Il campione della ricerca (2014-16)

Il mercurio nelle acque minerali italiane è presente a livelli trascurabili per la salute della popolazione. È quanto emerge da uno studio coordinato dall'Istituto per la dinamica dei processi ambientali del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Idpa).

La ricerca "Ultra-trace determination of total mercury in Italian bottled waters" è stata pubblicata sulla rivista Chemosphere, in collaborazione con l'Istituto di nanotecnologia (Cnr-Nanotec), l'Università della Calabria (Unical), le Università Sapienza di Roma, degli Studi di Ferrara, Ca' Foscari di Venezia e Magna Graecia di Catanzaro. Si confermano i livelli trascurabili di Hg nelle acque in bottiglia italiane, circa 1.000 volte inferiori rispetto al valore limite di 1 microgrammo per litro previsto dalla direttiva europea 2003/40/Ce.

Il mercurio è uno dei contaminanti più dannosi e indesiderabili, in particolare nell'ambiente acquatico. L'esposizione, anche a basse dosi, induce effetti avversi sul sistema nervoso centrale del feto, del bambino e dell'adulto e provoca, inoltre, significativa tossicità renale ed epatica, diminuzione della fertilità, alterazioni del sistema immunitario e danni al sistema cardiovascolare.

Il campione della ricerca (2014-16)
acque confezionate
244
marche
164
quota di mercato
64%
Fonte: elaborazione di Largo Consumo su dati Cnr
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Acqua Tracciabilità della Filiera Salute, Sanità e Benessere
 
Tag citati: Chemosphere, Cnr-Idpa, Cnr-Nanotec, Consiglio nazionale delle ricerche, Unical, Università Ca´ Foscari, Università degli Studi di Ferrara, Università della Calabria, Università La Sapienza, Università Magna Graecia

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati
Acqua