italiano italiano English English
19/06/2015
Largo Consumo 04/2015 - Approfondimento - pagina 106 - 2 pagine e 1/3 - Cirulli Sabino
 
 
Fai da te

Meglio aggiustare che ricomprare

La crisi si fa sentire e di pari passo cresce l’affezione verso la cultura del bricolage e del fai da te nel pubblico italiano. In tempi di recessione, dunque aumenta la voglia di svolgere tutto in proprio, anche perché occuparsi della casa è un hobby piacevole. La nuova filosofia è all’insegna dell’aggiustare quello che si rompe, acquistando il meno possibile, ma ancor più rinunciando agli specialisti e ricorrendovi solo se è inevitabile

Nell'articolo:
Nell'articolo:
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Bricolage e Fai da te Ferramenta e utensileria Pitture e vernici Fiori, piante e giardinaggio
 
Tag citati: Antonio Hernandez, Beiersdorf, Bitossi Filiberto, Brico Io, Brico Ok, Brico/Fai da te, Bricocenter, Bricofer, Bricolife, BricoMagazine, Bricoman, Carchidio Mauro, CFG, ELearning, Fanton, Ferrari Alessandtra, Filetta Carmela, Fiskars, Granbrico, Gruppo Fdt, Italbrico-Cib, Leroy Merlin, Leroy Merlin Italia, Lo Specialista di Mister Color, Maggi Alessandra, Marchio Del Distributore, Materis Paints, Mdd, Monitore, Obi, Orsi Rosetta, Self, Tesa, Trade Lab

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati