19/06/2015
Largo Consumo 04/2015 - Approfondimento - pagina 106 - 2 pagine e 1/3 - Cirulli Sabino
 
 
Fai da te

Meglio aggiustare che ricomprare

La crisi si fa sentire e di pari passo cresce l’affezione verso la cultura del bricolage e del fai da te nel pubblico italiano. In tempi di recessione, dunque aumenta la voglia di svolgere tutto in proprio, anche perché occuparsi della casa è un hobby piacevole. La nuova filosofia è all’insegna dell’aggiustare quello che si rompe, acquistando il meno possibile, ma ancor più rinunciando agli specialisti e ricorrendovi solo se è inevitabile

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Bricolage e Fai da te Ferramenta e utensileria Pitture e vernici Fiori, piante e giardinaggio
 
Tag citati: Leroy Merlin, Leroy Merlin Italia, Carchidio Mauro, Filetta Carmela, Fanton, CFG, Bitossi Filiberto, Trade Lab, Mdd, Marchio Del Distributore, Maggi Alessandra, Fiskars, Brico/Fai da te, Ferrari Alessandtra, Tesa, Monitore, Beiersdorf, Antonio Hernandez, Bricocenter, Obi, Bricolife, Brico Io, Brico Ok, Self, Bricofer, Gruppo Fdt, Bricoman, Granbrico, Italbrico-Cib, BricoMagazine, Orsi Rosetta, Materis Paints, ELearning, Lo Specialista di Mister Color

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati