italiano italiano English English
30/01/2018
Largo Consumo 12/2017 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Rinnovabili

Mega parco eolico in progettazione

Una società elettrica olandese ha avviato un programma che potrebbe permettere a molti cittadini che si affacciano al mare del Nord di essere alimentati da parchi eolici che circondano un'isola artificiale. Dogger Bank, grande banco sabbioso situato a 125 km al largo della costa dello Yorkshire orientale, è stato identificato come un sito potenzialmente ventoso e poco profondo. La centrale eolica invierebbe energia elettrica su un cavo a lunga distanza verso il Regno Unito e i Paesi Bassi, e forse anche verso il Belgio, la Germania e la Danimarca. TenneT, capofila del progetto, ha recentemente condiviso i primi risultati di uno studio secondo il quale il suo piano potrebbe costare miliardi di euro in meno rispetto [...]

Nell'articolo:

  • Alcuni dati sul programma

Una società elettrica olandese ha avviato un programma che potrebbe permettere a molti cittadini che si affacciano al mare del Nord di essere alimentati da parchi eolici che circondano un'isola artificiale. Dogger Bank, grande banco sabbioso situato a 125 km al largo della costa dello Yorkshire orientale, è stato identificato come un sito potenzialmente ventoso e poco profondo. La centrale eolica invierebbe energia elettrica su un cavo a lunga distanza verso il Regno Unito e i Paesi Bassi, e forse anche verso il Belgio, la Germania e la Danimarca.

TenneT, capofila del progetto, ha recentemente condiviso i primi risultati di uno studio secondo il quale il suo piano potrebbe costare miliardi di euro in meno rispetto ai parchi eolici convenzionali e ai trasporti elettrici internazionali. La proposta è stata venduta come una risposta innovativa alla sfida dell'industria di continuare a rendere più economico il vento in mare aperto, in quanto le turbine vengono spinte sempre più lontano dalla costa. L'isola consentirebbe economie di scala, maggiore velocità del vento e cavi relativamente brevi e convenienti che prendono energia dalle turbine offshore verso l'isola. Lì, l'energia elettrica potrebbe essere trasformata in corrente alternata, per essere trasmessa al Regno Unito o ai Paesi Bassi. Tuttavia, gli esperti hanno dichiarato che ci sono ancora grandi domande cui rispondere nel campo finanziario.

 

Alcuni dati sul programma
Per ospitare tutta l'attrezzatura, l'isola occuperebbe circa 5-6 kmq
Servono € 1,5 miliardi solo per costruire il centro energetico nel cuore del progetto, poi occorre pagare il cavo di alimentazione a lunga distanza
L'isola potrebbe essere operativa nel 2027
TenneT pensa che il progetto possa gestire parchi eolici con una capacità di 30GW, più del doppio di tutta l'energia eolica offshore installata oggi in tutta Europa
Fonte: Elaborazione Largo Consumo
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Energia Energie rinnovabili
 
Tag citati: TenneT

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati