italiano italiano English English
14/03/2018
Largo Consumo 02/2018 - Notizia breve - pagina 133 - 1/3 di pagina - Redazione di Largo Consumo
 
 
Biblioteca

La nuova dimensione sociale del consumo in cui vive il brand

La marche siamo noi. Navigare nella cultura del consumo. Un brand è certamente il frutto della creazione di un’azienda, tuttavia, una volta sul mercato, sono i consumatori che lo fanno vivere. È il presupposto da cui muove questo saggio scritto da Bernard Cova, Gregorio Fuschillo e Stefano Pace, per meglio comprendere la natura sociale delle marche commerciali e attraverso questo filtro concettuale il nuovo rapporto venuto a istituirsi tra imprese e mercato. La spiegazione di questo assunto passa per le tre sezioni in cui si articola il volume. La prima è volta a illustrare come l’azione dei consumatori trasformi marche e oggetti di consumo in risorse culturali...

La marche siamo noi. Navigare nella cultura del consumo. Un brand è certamente il frutto della creazione di un’azienda, tuttavia, una volta sul mercato, sono i consumatori che lo fanno vivere. È il presupposto da cui muove questo saggio scritto da Bernard Cova, Gregorio Fuschillo e Stefano Pace, per meglio comprendere la natura sociale delle marche commerciali e attraverso questo filtro concettuale il nuovo rapporto venuto a istituirsi tra imprese e mercato. La spiegazione di questo assunto passa per le tre sezioni in cui si articola il volume. La prima è volta a illustrare come l’azione dei consumatori trasformi marche e oggetti di consumo in risorse culturali, sociali, identitarie. La seconda riflette sul brand come strumento di mediazione, per cui le vite dei consumatori risultano “brandizzate” non più in nome della ricerca di uno status, come in passato, ma perché la marca è considerata un ponte per stabilire legami sociali. La terza, infine, analizza l’altra faccia della medaglia di questo fenomeno da cui dipende che, nell’era della vita sociale delle marche e soprattutto in un contesto digitale come quello odierno, siano anche gli stessi brand a correre dei rischi. Questo in relazione con la forza di un consumatore capace di generare e diffondere significati e messaggi con un effetto dirompente che arriva fino al dirottamento del senso della marca, inserendola all’interno di tensioni di più ampia portata e determinando, così, una brand crisis.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Editoria Libri Marca o branding
 
Tag citati: Cova Bernard, Franco Angeli, Fuschillo Gregorio, Pace Stefano

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati