italiano italiano English English
10/02/2020
Largo Consumo 12/2019 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Gastronomia

Il ristorante francese Bocuse perde la terza stella Michelin

Nella sua edizione 2020 la guida Michelin ha retrocesso il ristorante Paul Bocuse, fiore all'occhiello della gastronomia francese, ritirandogli la terza stella. Lo riferisce la France Presse. Nel corso del 2019 diversi ispettori hanno visitato il locale concludendo che "la qualità è rimasta eccellente ma non più a livello di un tre stelle", questa la spiegazione fornita. "Dobbiamo essere onesti con i clienti, la guida Michelin è stata creata per coloro che vanno al ristorante", ha spiegato Elisabeth Boucher-Anselin, direttrice della comunicazione per le attività gastronomiche e turistiche della Michelin. Paul Bocuse è morto nel 2018 a 91 anni lasciandosi alle spalle un impero che includeva il famoso Auberge du Pont de Collonges, che ha costantemente tenuto [...]

Nell'articolo:

  • Il precedente: il cheddargate dello chef Marc Veyrat

Nella sua edizione 2020 la guida Michelin ha retrocesso il ristorante Paul Bocuse, fiore all'occhiello della gastronomia francese, ritirandogli la terza stella. Lo riferisce la France Presse. Nel corso del 2019 diversi ispettori hanno visitato il locale concludendo che "la qualità è rimasta eccellente ma non più a livello di un tre stelle", questa la spiegazione fornita. "Dobbiamo essere onesti con i clienti, la guida Michelin è stata creata per coloro che vanno al ristorante", ha spiegato Elisabeth Boucher-Anselin, direttrice della comunicazione per le attività gastronomiche e turistiche della Michelin. Paul Bocuse è morto nel 2018 a 91 anni lasciandosi alle spalle un impero che includeva il famoso Auberge du Pont de Collonges, che ha costantemente tenuto tre stelle dal 1965. In un comunicato, dopo l'annuncio della perdita delle terza stella sulla guida Michelin, i dipendenti dello storico ristorante Paul Bocuse fanno sapere di essere "sconvolti" ma determinati a proteggere "lo spirito di Monsieur Paul": "Sono 2 anni che Monsieur Paul ci ha lasciati - si legge nel comunicato - e anche se la stella non appartiene a uno chef, è ovvio che tutti si interrogano sul nostro futuro".

 

Il precedente: il cheddargate dello chef Marc Veyrat
 Lo scorso anno lo chef Marc Veyrat aveva fatto causa alla guida dopo che era stata tolta una stella al suo ristorante di Manigod, nell'Alta Savoia. Il tribunale francese a cui si era rivolto ha tuttavia respinto la causa, affermando che il cuoco stellato 69enne non aveva presentato prove concrete sui danni materiali subiti. Veyrat aveva affermato di essere caduto in depressione e aveva criticato i giudici della Michelin. “Hanno osato dire che abbiamo messo il cheddar nel soufflé”, aveva spiegato lo chef all'inizio della vicenda, escludendo categoricamente l'utilizzo del formaggio inglese in quel contesto. Ma ciò non è bastato a riavere la stella.
Fonte: Elaborazione Largo Consumo
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Ristorazione
 
Tag citati: Auberge du Pont de Collonges, Boucher-Anselin Elisabeth, Michelin, Paul Bocuse

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati