02/01/2017
Largo Consumo 01/2017 - Approfondimento - pagina 14 - 1 pagina - Pautasso Francesca
 
 
Pasta

Gli spaghetti del futuro

Addio mattarelli, spianatoie e rotelle tagliapasta. D’ora in poi spaghetti, fusilli, conchiglie, pennette e nuove forme mai inventate prima si potranno realizzare con la stampante 3D? Barilla, leader mondiale nel mercato della pasta, nata nel 1877 in una bottega parmense, da sempre pioniera nell’innovazione di prodotto, ha presentato a Cibus 2016 il primo prototipo di stampante 3D per la pasta. Dai ristoranti ai negozi gourmet fino alle nostre case: sono diversi i campi di applicazione dell’inedito strumento per fare paste su misura sia nella forma sia negli ingredienti. L’innovativo prodotto è stato progettato e realizzato nel quartier generale di Parma e gli studi sulla nuova tecnologia sono iniziati quattro anni fa in collaborazione con il centro di ricerca olandese TNO (Organizzazione olandese per la ricerca scientifica applicata).

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Pasta Attrezzature per l´alimentare Industria di trasformazione alimentare
 
Tag citati: 3D, Barilla, Cibus 2016, TNO, Organizzazione olandese per la ricerca scientifica applicata, “PrintEat! Your new idea of Pasta”, Thingarage, Rosè, Luna, Vortipa, Cassotta Fabrizio, iPad, New Craft, Triennale di Milano, Oldani davide, “Buono per te, buono per il Pianeta”

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati