01/12/2015
Largo Consumo 12/2015 - Notizia breve - pagina 117 - 1/3 di pagina - Redazione di Largo Consumo
 
 

Disegnare il punto di vendita

Retail design e marketing. Progettare per il ritorno dell’investimento. Massimo Pegoraro, già consulente d’immagine coordinata e retail design per marchi noti (tra cui Diesel e Dolce&Gabbana) e oggi coordinatore del Master in Retail Design di POPAI, interroga le relazioni tra le strategie marketing messe in atto dalle aziende e il progetto destinato a tradurle in spazi funzionali e adeguati alle vendite, per metterne in rilievo il modo con cui, attraverso il design, diventa possibile il ritorno dell’investimento.

Retail design e marketing. Progettare per il ritorno dell’investimento. Massimo Pegoraro, già consulente d’immagine coordinata e retail design per marchi noti (tra cui Diesel e Dolce&Gabbana) e oggi coordinatore del Master in Retail Design di POPAI, interroga le relazioni tra le strategie marketing messe in atto dalle aziende e il progetto destinato a tradurle in spazi funzionali e adeguati alle vendite, per metterne in rilievo il modo con cui, attraverso il design, diventa possibile il ritorno dell’investimento. Si tratta, come spesso succede nella realtà, di colmare il gap che divide il committente e il designer, ciascuno con una propria visione per cui non collimano obiettivi e aspettative. Di qui la necessità, interpretata dall’autore, di chiarire preliminarmente alle aziende come prepararsi all’incontro con un architetto al quale affidare il compito di progettare il punto di vendita: quali domande occorre porsi prima di iniziare e come pervenire, infine, a un risultato che sia al contempo esteticamente piacevole, nuovo e accattivante, ma anche realmente utile allo scopo per cui è stato realizzato. Gli obiettivi, quindi, vanno chiaramente definiti: in termini di redditività e di crescita del valore del marchio, di creazione altresì di un ambiente che il consumatore è in grado di riconoscere e di preferire per il suo carattere distintivo e inequivocabile. L’approccio proposto in questo senso è improntato a una molteplicità di punti di vista, a partire dall’elencazione di tutti gli elementi strategici per il progetto, passando per considerazioni sul budget e le varie tipologie di punto di vendita, sul posizionamento in chiave di geomarketing, sulla natura del design, fino alla possibilità di identificare una “storia” che costituisca il filo conduttore della realizzazione. Non mancano indicazioni di conto economico e sul modo di integrare i vari elementi progettuali determinando un effetto sinergico, per concludere con le tecniche per la gestione operativa di un network di punti di vendita.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Layout e Format DESIGN
 
Tag citati: Franco Angeli/Popai www.francoangeli.it Pegoraro Massimo Diesel Dolce&Gabbana Master in Retail Design Popai

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati