italiano italiano English English
04/10/2019
Largo Consumo 09/2019 - Approfondimento - pagina 65 - 3 pagine - Barboni Matteo
 
 
Analisi: Vini in Gdo

Dalla cantina allo scaffale

Un’edizione da record, quella conclusasi per Vinitaly 2019, che si chiude con 125.000 visitatori da 145 nazioni e un accresciuto numero di buyer nazionali e internazionali. Tanto prodotto, dunque, ma occhi puntati anche sui canali di vendita, per comprendere le abitudini di acquisto di un pubblico sempre più interessato e competente. Proprio su queste tematiche è stata incentrata la tavola rotonda organizzata da Veronafiere in collaborazione con Iri, con la partecipazione di produttori e distributori, oltre ai buyer delle principali insegne. All’incontro è emerso che, l’anno scorso, i vini con il più alto tasso di acquisto nei supermercati sono stati quelli di qualità Doc e Docg, gli spumanti, i biologici e i vini a marchio dell’insegna distributiva. La grande distribuzione si conferma come il canale di vendita del vino italiano di gran lunga più rilevante, con 619 milioni di l, per un valore di 1 miliardo e 902 milioni di euro...


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Grande Distribuzione Vino Commercio elettronico
 
Tag citati: Associazione italiana sommelier, Bacciocchi Luca, Cantine ferrari, Capogrosso Massimiliano, Cavit, Chiapparoli Alessandro, Conad, Corsi Alessandra, Federvini, Frascaroli Valerio, Iper, La grande i, Iri, Masetti Alessandro, Mazzola Davide, Metro, Mihovski Zoran, Olivieri Alessandro, Penny Market, Romano Virginio, Scarcelli Federico, UIV, Veronafiere, Vinitaly, Zanoni Enrico

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati