01/04/2016
Largo Consumo 04/2016 - Notizia breve - pagina 95 - 1/8 di pagina - Redazione di Largo Consumo
 
 

Cibo per i poveri rivenduto ai grossisti

Una dozzina di arresti e 10 indagati per una maxi-truffa, per un giro di affari di 4 milioni di euro, organizzata ai danni dei bisognosi da una onlus che dichiarava di agire a scopi umanitari. “Sei per Secu”, questo il nome dell’organizzazione, raccoglieva tonnellate di ortofrutta, donazioni gratuite destinate a Caritas, Protezione civile e Croce Rossa Italiana, per stoccarle e andarle quindi a ricollocare presso il circuito dei grossisti cui rivendeva la merce.

Una dozzina di arresti e 10 indagati per una maxi-truffa, per un giro di affari di 4 milioni di euro, organizzata ai danni dei bisognosi da una onlus che dichiarava di agire a scopi umanitari. “Sei per Secu”, questo il nome dell’organizzazione, raccoglieva tonnellate di ortofrutta, donazioni gratuite destinate a Caritas, Protezione civile e Croce Rossa Italiana, per stoccarle e andarle quindi a ricollocare presso il circuito dei grossisti cui rivendeva la merce. Tra gli arrestati anche il presidente della onlus, Cristinziano Grazzani, meglio conosciuto come Tiziano, che si era fatto una fama con i viaggi della speranza in Bosnia negli anni Novanta portando aiuto alle popolazioni martoriate dalla guerra nella ex-Jugoslavia.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Etica Crimine e malavita
 
Tag citati: “Sei per Secu” Caritas Protezione Civile Croce rossa italiana Grazzani Cristinziano Tiziano anni Novanta

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati