italiano italiano English English
01/06/2010
Largo Consumo 06/2010 - Notizia breve - pagina 0 - n.d. - AILOG
 
 

Carburanti: mobilitazione dei gestori contro Governo e petrolieri

16 luglio 2010 – I Gruppi Dirigenti delle Organizzazioni di Categoria dei Gestori, Faib, Fegica e Figisc -riunitisi unitariamente a Roma- hanno assunto la decisione di proclamare sin d’ora la chiusura di tutti gli impianti di rifornimento di carburanti del Paese, sia sulla viabilità ordinaria che su quella autostradale, per tre giorni consecutivi, dal 5 al 7 ottobre 2010. Si tratta della inevitabile risposta al gravissimo deterioramento della situazione in cui versano le piccole e medie imprese dei Gestori, diretta conseguenza -assai più che della generalizzata crisi economica e della contrazione dei consumi- dell’effetto combinato da un lato della inadeguatezza delle misure per il settore che il Governo insiste a rinnovare e sostenere e dall’altro delle politiche dell’industria petrolifera che -in un contesto sempre più incerto e privo di prospettive - moltiplica comportamenti ed iniziative tese a scaricare sempre maggiormente sui Gestori i devastanti costi delle contraddizioni del sistema. Tanto maggiormente è giustificata la netta reazione della Categoria -sottolineano Faib, Fegica e Figisc - quanto finora è stato altissimo il senso della responsabilità, dimostrato da anni dai Gestori e dalle loro rappresentanze con la presentazione di proposte innovative messe a disposizione del Governo e degli altri operatori del settore, cui sono solo state date risposte, peraltro largamente elusive, sistematicamente improntate sul piano comunicazionale e mediatico, piuttosto che sulla sostanza delle questioni, inseguendo facili banalizzazioni demagogiche piuttosto che affrontare i nodi strutturali del settore e della distribuzione. Se da un lato, infatti, non è stato dato seguito agli impegni assunti e sottoscritti in prima persona dal Ministro dello sviluppo economico già dal 20 giugno 2008 contenenti importanti obiettivi di riforma e modernizzazione del sistema, neppure sul fronte dei prezzi si sono conseguiti risultati apprezzabili. Al contrario l’assenza di qualsiasi forma di controllo ha, col tempo, generato una giungla di messaggi pubblicitari -sempre più incomprensibili ed ingannevoli per i consumatori - su prezzi, sconti e promozioni, ai quali l’intero “sistema” fa ormai spasmodicamente riferimento: una situazione che, oltre tutto, espone la stragrande maggioranza dei Gestori a pesantissime discriminazioni, stanti i vincoli contrattuali e commerciali in cui è costretto ad operare, progressivamente sospinti fuori dal mercato. Ulteriori iniziative sindacali, anche articolate a livello territoriale, sono previste nell’ambito dello stato di mobilitazione collettiva della Categoria, che verrà posto in essere sin dalle prossime settimane e che culminerà nella manifestazione nazionale dei Gestori a Roma, il 5 ottobre, in coincidenza con primo giorno di chiusura degli impianti, salvo che ulteriori accelerazioni all’aggravamento della situazione non ne richieda l’anticipazione anche in coincidenza con i mesi estivi.
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Associazioni e Consorzi Carburanti Concorrenza Normativa Pmi ZZNotizieincorso
 
Tag citati:

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati