italiano italiano English English
07/02/2020
Largo Consumo 01/2020 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Consumatori

Acquisti compulsivi: il giudice le vieta lo shopping

Una donna pavese di 49 anni ha speso in un paio d’anni circa 30.000 euro per acquistare capi firmati, talvolta a credito o ricorrendo a prestiti di amici e colleghi. Un vero e proprio caso di shopping compulsivo. I genitori e la sorella hanno chiesto aiuto al tribunale. La donna non ha più accesso a bancomat e carte di credito. Il giudice ha nominato per la donna un amministratore di sostegno, incaricato di gestire il conto corrente della signora. La sua firma sui contratti non avrà valore legale, mentre i negozianti della sua zona sono stati [...]

Nell'articolo:

  • Dipendenza da shopping, i sintomi

Una donna pavese di 49 anni ha speso in un paio d’anni circa 30.000 euro per acquistare capi firmati, talvolta a credito o ricorrendo a prestiti di amici e colleghi. Un vero e proprio caso di shopping compulsivo.

I genitori e la sorella hanno chiesto aiuto al tribunale. La donna non ha più accesso a bancomat e carte di credito.

Il giudice ha nominato per la donna un amministratore di sostegno, incaricato di gestire il conto corrente della signora. La sua firma sui contratti non avrà valore legale, mentre i negozianti della sua zona sono stati avvertiti di non farle credito. La 49enne ha inoltre iniziato un percorso psichiatrico e psicologico.

Dipendenza da shopping, i sintomi
il denaro investito è eccessivo rispetto alle proprie possibilità economiche
gli acquisti si ripetono più volte in una settimana
gli acquisti non hanno finalità pratica
il mancato acquisto crea crisi di ansia e frustrazione
Fonte: elaborazione di Largo Consumo su dati ufficiali
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Consumi e Consumatori Abbigliamento Abbigliamento esterno
 
Tag citati:

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati