24/06/2021
Largo Consumo 06/2021 - Approfondimento - pagina 71 - 1 pagina - Daniela Basile
E-commerce

L’on line nuovo fronte di acquisizioni

L’on line nuovo fronte di acquisizioni

«Il 2020 è stato un anno di transizione. Chi ha potuto approfittare del momento ha visto una crescita importante del fatturato (come l’alimentare) o degli utili (come le assicurazioni auto, senza incidenti), per altri è stato un tempo di sopravvivenza – afferma Davide Casaleggio, introducendo lo studio “E-commerce in Italia 2021” di Casaleggio Associati –. Il risultato annuale dell’e-commerce è rimasto sostanzialmente uguale all’anno precedente, ma il 2020 ha portato alla sua maturazione: milioni di italiani hanno scoperto la possibilità di acquistare on line. Oggi l’e-commerce è diventato strutturale alla strategia di ogni gruppo produttivo o distributivo in Italia. Quando si attraversa un cambiamento di maturazione ci sono molti effetti collaterali: fra questi, ci sono le acquisizioni da parte delle aziende che vogliono consolidare la loro posizione o recuperare il tempo perso. Nell’ultimo anno ci sono state parecchie acquisizioni in ambito e-commerce. Diverse le motivazioni: economie di scala stanno permettendo una forte differenziazione in termini di servizio e gamma; sempre più aziende di brand vogliono avere accesso diretto al mercato on line: le catene di retail fisico vedono ormai l’e-commerce come una necessità; i costi di acquisizione dei clienti sono di nuovo in crescita, dopo il lockdown».

Argomenti

Citati in questo articolo:
Pasta Evangelists, Art.com, SoundBetter, Freshly, Grenade, SimplyCook, SuperSol, Grupo BIG, Bookdealer, Barilla, Campari, Amazon, Carrefour, Nestlé, Casaleggio Associati, Uber, Campagna amica, Casaleggio Davide, Mondelèz International, Spotify, Postmates, Tannico, walmart