italiano italiano English English
01/10/2019
Largo Consumo 10/2019 - Approfondimento - pagina 25 - 1 pagina - Arnolfo Barbara
 
 
Marketing occulto

Venditori o influencer?

In un’era come la nostra in cui tutto, o quasi, viene digitalizzato, nascono praticamente ogni giorno nuove figure professionali. Tra le tante, particolare rilevanza ha assunto, negli ultimi tempi, quella dell’influencer marketing manager, ovvero colui che, come suggerisce la parola stessa, ha il compito di influenzare le scelte di acquisto dei consumatori non tanto ponendo l’accento sulle qualità e caratteristiche intrinseche di un prodotto quanto, piuttosto, raccontando una storia o, molto più semplicemente, condividendo la propria quotidianità. Il tutto rigorosamente attraverso i social media. Ed è proprio su queste piattaforme che spesso e volentieri capita ai consumatori di imbattersi, inconsapevolmente, in promozioni ingannevoli e poco trasparenti. Si tratta, in buona sostanza, di forme di marketing occulto che si configurano ogni qualvolta un venditore si spacci per consumatore ai fini di commercializzare un proprio prodotto. Ciò può avvenire in due modi: omettendo che il venditore agisce nell’ambito della propria attività commerciale oppure presentandosi, come accennato, sotto le mentite spoglie di consumatori soddisfatti del prodotto in questione. Sul tema ha indagato anche l’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato.

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Internet
 
Tag citati: Agcm, Autorità garante della concorrenza e del mercato, Codacons, Facebook, JuicePlus, The Juice plus+ company Europe Gmbh, The Juice plus+ company Llc., The Juice plus+ company Ltd, The Juice plus+ company Srl

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati