italiano italiano English English
01/07/2019
Largo Consumo 07/08 - 2019 - Approfondimento - pagina 50 - 2 pagine e 1/3 - Ippolito Salvatore
 
 
Analisi: Discount

Una formula in evoluzione

Secondo i dati Nielsen sono oltre 18milioni le persone che in Italia si rivolgono alle insegne genericamente indicate come discount; una parte di questi lo fa abitualmente (50 per cento dei clienti) un’altra parte lo fa solo occasionalmente. Dei primi il 20 per cento sono alto acquirenti, il resto sono medio acquirenti. I clienti abituali dei discount sono per il 27 per cento famiglie con figli con un’età sotto i 18 anni, il 57 per cento ha un reddito inferiore alla media, il 57 per cento è localizzato nel Centro Sud Italia. Per quanto riguarda i clienti occasionali il 29 per cento è composto da single, coppie giovani e famiglie con figli piccoli, il 53 per cento ha un reddito sopra la media e il 49 per cento abita nel Nord Italia. Diverso il comportamento d’acquisto tra le diverse componenti. Per i clienti abituali la media di acquisto ha una frequenza di 59 volte l’anno, rispetto alle 55 volte di un supermercato, con uno scontrino medio del discount pari a 29 euro, contro uno scontrino medio del supermercato di 24 euro. I client occasionali si recano al discount inmedia 9 volte l’anno, con uno scontrino medio per acquisto pari a 15 euro.


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Discount
 
Tag citati: Aldi, Bonifazi Alessia, Caldarella Marcello, Eurospin, Figc, Lidl, Lidl Italia, Lillo-Md, Mediobanca, Nielsen, Penny Market

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati