02/09/2016
Largo Consumo 07-08/2016 - - Notizia breve - 1 pagina - pubblicato on line
 
 
Distribuzione automatica

Un mercato in crescita costituito soprattutto da Pmi

Confida, associazione nazionale della Distribuzione Automatica, conferma i dati della Camera di Commercio di Milano sulla crescita del numero di imprese del settore.

 

“Il mercato della Distribuzione Automatica in Italia – spiega Piero Angelo Lazzari, presidente di Confida - vale 3,4 miliardi di euro e anche il fatturato è in crescita del + 3,1% con 10,5 miliardi di consumazioni erogate all’anno da oltre 800 mila vending machine”.

 

“I dati della Camera di Commercio di Milano – prosegue Lazzari – mostrano come il vending sia un mercato dinamico, in grado di attrarre nuove iniziative imprenditoriali e start up. Il mercato è costituito da alcune medio e grandi aziende ma soprattutto da moltissime Pmi che operano prevalemente in territori circoscritti”.

 

“La Lombardia si conferma come il primo mercato per la Distribuzione Automatica. Le motivazioni sono storiche. Il mercato della distribuzione automatica, infatti, nasce nel Dopoguerra – spiega il presidente di Confida – e si diffonde a partire dagli anni 60 all’interno delle grandi imprese del Nord Italia”.

 

Oggi i distributori automatici sono in grado di offrire una vastissima gamma di prodotti food e beverage (bevande calde e fredde, snack, pasti pronti, prodotti per le diverse esigenze nutrizionali e alimentari). In aumento anche l’offerta del non-food e l’integrazione del vending col canale fisico dei negozi che attraverso la vending machine possono offrire i propri prodotti 24 ore al giorno e 7 giorni su 7.

Leggi tutto

Confida, associazione nazionale della Distribuzione Automatica, conferma i dati della Camera di Commercio di Milano sulla crescita del numero di imprese del settore.

 

“Il mercato della Distribuzione Automatica in Italia – spiega Piero Angelo Lazzari, presidente di Confida - vale 3,4 miliardi di euro e anche il fatturato è in crescita del + 3,1% con 10,5 miliardi di consumazioni erogate all’anno da oltre 800 mila vending machine”.

 

“I dati della Camera di Commercio di Milano – prosegue Lazzari – mostrano come il vending sia un mercato dinamico, in grado di attrarre nuove iniziative imprenditoriali e start up. Il mercato è costituito da alcune medio e grandi aziende ma soprattutto da moltissime Pmi che operano prevalemente in territori circoscritti”.

 

“La Lombardia si conferma come il primo mercato per la Distribuzione Automatica. Le motivazioni sono storiche. Il mercato della distribuzione automatica, infatti, nasce nel Dopoguerra – spiega il presidente di Confida – e si diffonde a partire dagli anni 60 all’interno delle grandi imprese del Nord Italia”.

 

Oggi i distributori automatici sono in grado di offrire una vastissima gamma di prodotti food e beverage (bevande calde e fredde, snack, pasti pronti, prodotti per le diverse esigenze nutrizionali e alimentari). In aumento anche l’offerta del non-food e l’integrazione del vending col canale fisico dei negozi che attraverso la vending machine possono offrire i propri prodotti 24 ore al giorno e 7 giorni su 7.

 

Secondo una ricerca commissionata da Confida il 52% degli italiani dichiara di aver utilizzato un distributore automatico di cibi e bevande nell’ultimo anno. Di questi il 27% li utilizza quotidianamente; il 30% da una a tre volte alle settimana; un ulteriore 19% da una a tre volte al mese. La fascia di età più rappresentata tra gli utilizzatori del vending è quella tra i 25 e i 54 anni, senza particolare distinzione tra uomini e donne. Il 77% si dichiara soddisfatto del servizio.

 
Autore: Redazione di Largo Consumo
 
Tag argomenti: Distribuzione Automatica o Vending
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Camera di Commercio di Milano Confida Distribuzione Automatica Dopoguerra Lazzari Piero Angelo Pmi

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati