italiano italiano English English
03/02/2019
01/2019 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Spreco alimentare

Umbria, distribuite gratuitamente 50.000 save-bag Cuki

Unc (Unione nazionale consumatori) ha organizzato un convegno presso la sede di Regione Umbria per parlare di lotta allo spreco alimentare. Il fenomeno provoca perdite per un valore di oltre 2.000 miliardi di euro. L’Italia contribuisce con circa 12,6 miliardi di euro di alimenti buttati, attestandosi a metà della media europea. Il 21% di questi alimenti viene sprecato nell’ambito della ristorazione, in molti casi perché non viene data al cliente l’opportunità di portare a casa i propri avanzi. Così il convegno è stata l’occasione per presentare la campagna per la distribuzione gratuita ai ristoratori della Regione di 50.000 save-bag prodotte in collaborazione con Cuki Cofresco, un [...]

Nell'articolo:

  • Spreco alimentare fuori casa, le buone pratiche degli italiani (in %)

Unc (Unione nazionale consumatori) ha organizzato un convegno presso la sede di Regione Umbria per parlare di lotta allo spreco alimentare.

Il fenomeno provoca perdite per un valore di oltre 2.000 miliardi di euro. L’Italia contribuisce con circa 12,6 miliardi di euro di alimenti buttati, attestandosi a metà della media europea. Il 21% di questi alimenti viene sprecato nell’ambito della ristorazione, in molti casi perché non viene data al cliente l’opportunità di portare a casa i propri avanzi.

Così il convegno è stata l’occasione per presentare la campagna per la distribuzione gratuita ai ristoratori della Regione di 50.000 save-bag prodotte in collaborazione con Cuki Cofresco, un utile strumento di sensibilizzazione nella lotta allo spreco, grazie alle quali sarà possibile promuovere su tutto il territorio comportamenti virtuosi sia nei consumatori sia nei ristoratori.

I partner sostenitori del progetto sono Federalimentare, Federdistribuzione, Banco alimentare Onlus, Unione nazionale consumatori, Cuki Cofresco.

Spreco alimentare fuori casa, le buone pratiche degli italiani (in %)
oltre il 46% ordina un piatto per volta
il 29% chiede di portare via la porzione di cibo non consumato
il 17% ordina con “il cervello” e non con “gli occhi”
il 7,6% consuma tutto ciò che ha ordinato anche se non ha più appetito
Fonte: elaborazione di Largo Consumo su dati Cuki
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Alluminio Monouso Etica Alimentare Ristorazione Consumi e Consumatori Associazioni e Consorzi Congressi, convegni e meeting
 
Tag citati: Banco Alimentare Onlus, Cuki, Federalimentare, Federdistribuzione, Regione Umbria, Unc, Unione nazionale consumatori

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati