01/02/2016
Largo Consumo 02/2016 - Approfondimento - pagina 23 - 1 pagina - Mandelli Chiara
 
 
E-commerce

Tra siti scorretti e ingannevoli

Un quarto degli italiani fa acquisti sul web, pari al 26% secondo i dati del rapporto Eurostat diffuso a dicembre 2015. È poco rispetto alla media dell’Unione europea che sia attesta al 53%, ma si tratta di una percentuale in continua crescita. Secondo le ultime stime di Ecommerce Foundation le vendite on line nel 2015 mostrano un’ulteriore crescita con un +15% rispetto all’anno precedente per un valore di mercato che supera i 15 miliardi di euro. A fronte di questo trend, cresce anche l’attenzione dell’Antitrust sul fenomeno, spesso inquinato da episodi di pratiche scorrette se non di vere e proprie truffe telematiche.

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Commercio elettronico
 
Tag citati: Eurostat, Unione Europea, E-commerce Foundation, Antitrust, Techmania, Agcm, www.techmania, Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza, Autorità, Kgegl, Moonlooker, Il Mercato dell’Affare, Zionsmartshop, Smartbox, Smart&Co, Assegno Regalo, eBay

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati