02/05/2016
Mercato & Imprese 2016 - Approfondimento - pagina 48 - 2 pagine - Redazione di Largo Consumo
 
 
Vino

Tra il brik e la bottiglia

Con una superficie vitata di circa 640.000 ettari e 523 riconoscimenti Dop e Igp, la filiera del vino traina l’export dell’agroalimentare italiano. A parte le difficoltà causate dall’embargo russo, positiva la performance dei vini italiani in Cina, ormai diventato il quarto mercato mondiale, anche se l’incremento non è stato all’altezza di quello di alcuni competitor diretti come Francia, Cile e Australia. I nostri produttori vitivinicoli, però, tornano a mostrare fiducia sui consumi interni, in crescita dopo anni difficili. I dati delle vendite sul mercato nazionale, infatti, evidenziano l’orientamento del consumatore verso prodotti di maggiore qualità, soprattutto nella bottiglia in vetro da 0,75 litri. Temi approfonditi in questa intervista a Benedetto Marescotti, trade marketing Italia di Caviro.

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Vino
 
Tag citati: Dop, Igp, Marescotti Benedetto, Caviro, Chianti, Brunello di Montalcino, Expo, "Cibus è Italia", Federalimentare, Paese, Paesi, Iri, Ismea, Mediobanca, Plma, Brunello, Amarone

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati
Vino