italiano italiano English English
03/09/2018
Largo Consumo 09-2018 - Notizia breve - pagina 7 - 1/2 pagina - Estrapolazione - Basile Daniela
 
 
Vino

TANNICO: «una vetrina internazionale per i vini italiani»

Tannico, che oggi è l’enoteca di vini italiani più grande del mondo, nasce nel 2012, quando Marco Magnocavallo, imprenditore con lunga esperienza nel digitale, fonda la società con alcuni partner. Dopo una prova di “vendite a tempo” per sondare il mercato, viene realizzato il “catalogo dei sogni”, che oggi conta 14.000 etichette di cui l’80% italiane, provenienti da 2.500 cantine, con consegna in giornata a Milano, in 24/48 ore in Italia, in 72 ore in altri 19 Paesi. «Forti di una tecnologia avanzata unita a una visione originale e disruptive, stiamo combattendo con convinzione le logiche ormai obsolete sulle quali si basa il settore del vino e le codificazioni tradizionali che il settore ha imposto negli anni», afferma Magnocavallo.

Tannico, che oggi è l’enoteca di vini italiani più grande del mondo, nasce nel 2012, quando Marco Magnocavallo, imprenditore con lunga esperienza nel digitale, fonda la società con alcuni partner. Dopo una prova di “vendite a tempo” per sondare il mercato, viene realizzato il “catalogo dei sogni”, che oggi conta 14.000 etichette di cui l’80% italiane, provenienti da 2.500 cantine, con consegna in giornata a Milano, in 24/48 ore in Italia, in 72 ore in altri 19 Paesi. «Forti di una tecnologia avanzata unita a una visione originale e disruptive, stiamo combattendo con convinzione le logiche ormai obsolete sulle quali si basa il settore del vino e le codificazioni tradizionali che il settore ha imposto negli anni», afferma Magnocavallo.

Questa è un'estrapolazione: Leggi il contenuto editoriale integrale

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Estrapolazione Vino Spumanti e champagne
 
Tag citati: Magnocavallo Marco, Tannico

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati