italiano italiano English English
01/12/2017
Largo Consumo 12/2017 - Approfondimento - pagina 20 - 1 pagina - Raimondi Gianluigi
 
 
Agrumi

Succo d'arancia, produzione in calo

La stagione degli uragani, particolarmente disastrosa quest'anno nel Sud degli Stati Uniti, ha fatto lievitare il prezzo del succo d'arancia. Tanto che il future quotato all'Intercontinental Exchage (Ice) di New York, principale benchmark di riferimento mondiale per questa commodity, segna un rialzo che sfiora il 25% dalla seconda metà dello scorso mese di luglio. Certo l'attuale livello, di poco inferiore ai 160 centesimi di dollari per libbra, dista ancora circa il 40% dai massimi a quota 220 toccati a dicembre del 2016 periodo in cui il Dipartimento dell'Agricoltura americano era stato costretto a rivedere al ribasso le stime sui raccolti.


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Bibite e soft drink
 
Tag citati: AccuWeather, Campbell Soup Company, Cbc, Ceres, Coca-Cola, Coca-Cola Company, Confruit, Conserve Italia, Derby, Dipartimento dell’Agricoltura, Fleck Adam, Foreign Agricultural Service/USDA, Harvey, Ice, Intercontinental Exchage, Irma, Jose, Katrina, La Doria, Langer, Maria, Minute Maid, Morningstar, Parmalat, Pepsico, Pioneer Foods, Saffir-Simpson, Santal, SimplyOrange, Tristeza, Tropicana, V8, Valfrutta, Yellow Dragon Disease, Yoga, Zuegg

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati