italiano italiano English English
02/09/2019
Largo Consumo 09/2019 - Approfondimento - pagina 106 - 2 pagine - Foltran Luca
 
 
Approfondimento: Sicurezza alimentare

Rischi anche dalla carta riciclata

L'Italia è leader in Europa per il riciclo di carta e cartone: ogni minuto si riciclano 10 tonnellate di macero e a oggi il tasso di riciclo è poco sotto l’80%, ovvero 4 imballaggi cellulosici su 5 vengono riciclati; e se nel 1970 occorrevano 100 m3 d’acqua per produrre 1 tonnellata di carta, oggi ne servono solo 24. Numeri che dimostrano l’evoluzione di un settore che intravede nella possibilità di utilizzare il materiale riciclato anche in ambito alimentare un ulteriore passo avanti. Progettare un imballaggio con carte con componenti derivanti da riciclo richiede competenza e attenzione, soprattutto perché a oggi non esiste una normativa specifica comunitaria. In Italia l’uso di carta riciclata è previsto solo per alimenti solidi secchi (sale, zucchero, riso, pasta secca) ma un’apertura verso altri ambiti è possibile, visto che in Germania, per esempio, lo si ammette per tutti i tipi di alimenti «previa verifica della conformità». Indagini e ricerche scientifiche dimostrerebbero che non è così semplice: bisfenoli, ftalati, oli minerali, composti fluorurati sono solo alcune delle sostanze rilevate da diversi studi nel tentativo di determinare le problematiche legate all’uso di cartone riciclato per confezionare alimenti.


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Tracciabilità della Filiera Imballaggio Imballaggio in carta Carta e cartone Materie prime Ambiente Riciclo
 
Tag citati: Anses, Assocarta, BfR, Cepi, Codacons, Efsa, Epa, Foodwatch, Greenpeace Thilo Bode, Koni Grob, Official Food Control del Cantone di Zurigo, Tateo Fernando, Università di Milano

Notizie correlate