italiano italiano English English
02/07/2019
Largo Consumo 05/2019 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Riciclo

Ricrea premia Torino, Marsciano e Potenza per la raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio

A Roma, nell’ambito della ventiseiesima edizione di Comuni Ricicloni, l’iniziativa di Legambiente che ogni anno individua le realtà italiane locali che si sono distinte nella gestione virtuosa dei rifiuti riducendo drasticamente lo smaltimento in discarica, Ricrea, il Consorzio Nazionale per il Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio, ha premiato tre città che hanno dedicato particolare attenzione alla raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio: il Comune di Torino per il Nord Italia, il Comune di Marsciano per il Centro, il Comune di Potenza per il Sud. Nel Comune di Torino è attivo un servizio di raccolta differenziata domiciliare e stradale, e gli imballaggi in acciaio sono raccolti congiuntamente con Vetro e Alluminio. Amiat è la società del Gruppo Iren che svolge i servizi di igiene ambientale a Torino, un territorio in cui vivono circa 1,10 milioni di persone (abitanti effettivamente residenti e popolazione fluttuante giornaliera, ovvero pendolari per lavoro, studio, turismo). Il materiale una volta separato è avviato ad un operatore collegato al consorzio Ricrea per [...]

Nell'articolo:

  • Il sistema Ricrea

A Roma, nell’ambito della ventiseiesima edizione di Comuni Ricicloni, l’iniziativa di Legambiente che ogni anno individua le realtà italiane locali che si sono distinte nella gestione virtuosa dei rifiuti riducendo drasticamente lo smaltimento in discarica, Ricrea, il Consorzio Nazionale per il Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio, ha premiato tre città che hanno dedicato particolare attenzione alla raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio: il Comune di Torino per il Nord Italia, il Comune di Marsciano per il Centro, il Comune di Potenza per il Sud.

Nel Comune di Torino è attivo un servizio di raccolta differenziata domiciliare e stradale, e gli imballaggi in acciaio sono raccolti congiuntamente con Vetro e Alluminio. Amiat è la società del Gruppo Iren che svolge i servizi di igiene ambientale a Torino, un territorio in cui vivono circa 1,10 milioni di persone (abitanti effettivamente residenti e popolazione fluttuante giornaliera, ovvero pendolari per lavoro, studio, turismo). Il materiale una volta separato è avviato ad un operatore collegato al consorzio Ricrea per la successiva valorizzazione e invio in acciaieria. La raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio in Piemonte, e quindi anche nella città di Torino, è più alta della media nazionale, segno di una buona gestione dei rifiuti prodotti ed avviati a riciclo.

Nel Comune di Marsciano è attivo un servizio di raccolta differenziata domiciliare per alcune tipologie di rifiuto, ma gli imballaggi in acciaio sono raccolti con modalità cassonetto stradale solo con l’alluminio. Il gestore del servizio è la S.I.A. S.p.A. (Società Igiene Ambientale) che è una società mista con il 56% del capitale sociale di proprietà pubblica e il 44% di proprietà privata; l’azionista di maggioranza della parte pubblica è proprio il comune di Marsciano. La raccolta è effettuata anche in altri 9 comuni per un bacino di 45.000 abitanti. Il materiale, dopo essere raccolto in un centro di trasferenza di SIA, è avviato ad un operatore collegato al consorzio Ricrea per la successiva valorizzazione e invio in acciaieria.

La raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio nel comune di Potenza è svolta tramite raccolta multimateriale plastica e metalli con sistema porta a porta di nuova implementazione, anche grazie al sostegno nell’iniziativa di Conai. Il comune, tramite il proprio gestore ACTA Spa, ha convenzione con Ricrea per la raccolta degli imballaggi in acciaio, che vengono selezionati presso una piattaforma del territorio per poi essere avviati ad un operatore collegato al consorzio Ricrea per la successiva valorizzazione e invio in acciaieria. La raccolta pro capite è buona (2 kg/ab/anno), soprattutto se confrontata con la media delle regioni del sud, ed è sulla buona strada per arrivare ai tassi di raccolta medi nazionali.

“Il nostro obiettivo come Consorzio – sottolinea Domenico Rinaldini, presidente Ricrea – è continuare a migliorare i risultati raggiunti, trasmettendo l’importanza e il valore della raccolta differenziata dei contenitori in acciaio, materiale permanente che si ricicla al 100% all’infinito”.

 

Il sistema Ricrea
Ricrea, uno dei sei consorzi di filiera che compongono il sistema CONAI, da oltre 20 anni assicura il riciclo degli imballaggi in acciaio con la promozione della raccolta differenziata di questi contenitori, stipulando le convenzioni con i Comuni sulla base dell’accordo ANCI-CONAI, attraverso il quale il sistema consortile garantisce ai Comuni italiani la copertura dei maggiori oneri sostenuti per compiere le raccolte differenziate dei rifiuti di imballaggi. Grazie alle convenzioni dei Comuni con Ricrea, nel 2018 sono stati raggiunti 51,8 milioni di abitanti, pari all’86% della popolazione italiana (+4,8 % rispetto al 2017)
Fonte: Elaborazione Largo Consumo
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Ambiente Riciclo Raccolta differenziata Imballaggio Acciaio Materie prime Imballaggio in metallo
 
Tag citati: ACTA, Amiat, Conai, Gruppo Iren, Legambiente, Ricrea, Rinaldini Domenico, Sia, Società Igiene Ambientale

Notizie correlate