italiano italiano English English
20/01/2020
Largo Consumo 11/2019 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Ambiente

Riciclo dei prodotti assorbenti per la persona, l’esperienza di Fater

Fater SMART è la business unit di Fater Spa (joint venture paritetica tra Procter & Gamble e Gruppo Angelini) che ha sviluppato e brevettato una tecnologia unica al mondo, la cui prima realizzazione su scala industriale è attualmente in funzione presso lo stabilimento di Contarina SpA in Provincia di Treviso. La tecnologia consente di riciclare al 100% i prodotti assorbenti per la persona (PAP) usati di tutte le marche, trasformandoli in materie prime seconde di elevata qualità quali plastica, cellulosa e polimero super assorbente, da reimpiegare nei principali processi produttivi per realizzare nuovi beni. Ogni anno nel Mondo 30 milioni di tonnellate di prodotti assorbenti per la persona usati (pannolini per bambini, pannoloni per incontinenti e assorbenti igienici), vengono smaltite in [...]

Nell'articolo:

  • Il processo di riciclo

Fater SMART è la business unit di Fater Spa (joint venture paritetica tra Procter & Gamble e Gruppo Angelini) che ha sviluppato e brevettato una tecnologia unica al mondo, la cui prima realizzazione su scala industriale è attualmente in funzione presso lo stabilimento di Contarina SpA in Provincia di Treviso. La tecnologia consente di riciclare al 100% i prodotti assorbenti per la persona (PAP) usati di tutte le marche, trasformandoli in materie prime seconde di elevata qualità quali plastica, cellulosa e polimero super assorbente, da reimpiegare nei principali processi produttivi per realizzare nuovi beni. Ogni anno nel Mondo 30 milioni di tonnellate di prodotti assorbenti per la persona usati (pannolini per bambini, pannoloni per incontinenti e assorbenti igienici) vengono smaltite in discarica o in inceneritori (in Europa 9 milioni di tonnellate, in Italia 900.000 tonnellate). La tecnologia e l'impianto di riciclo sviluppati da FaterSMART, da 1 tonnellata di rifiuti, raccolti in maniera differenziata, riesce a recuperare 150kg di cellulosa, 75kg di plastica e 75kg di polimero super assorbente, che danno vita a nuovi prodotti come grucce, contenitori, tavoli di plastica, carte di elevata qualità, prodotti tessili, fertilizzanti, assorbenti per animali domestici o per l’industria florovivaistica. L’impianto di riciclo può gestire annualmente fino a 10.000 tonnellate di prodotti assorbenti per la persona usati ed è un esempio “made in Italy” di Economia Circolare a dimostrazione di come l’industria possa creare sviluppo e crescita senza venire meno ai requisiti della sostenibilità ambientale.

 

Il processo di riciclo
Pannolini e gli altri prodotti assorbenti per la persona che giungono all’impianto dopo la fase di raccolta vengono trasferiti direttamente all’autoclave, dove ha inizio il processo di riciclo. Qui, attraverso la forza del vapore a pressione e senza combustione, vengono aperti e sterilizzati. Una volta completato il ciclo, i prodotti vengono lacerati e le loro componenti riciclabili separate in plastica, cellulosa e polimero super assorbente. Le nuove materie prime secondarie, di elevata qualità, potranno quindi essere utilizzate in nuovi processi produttivi: le plastiche sono adatte per essere impiegate nei principali processi di lavorazione della plastica, mentre la parte cellulosica può essere utilizzata per diverse applicazioni, tra cui prodotti assorbenti per animali domestici, carte di elevata qualità, prodotti tessili e fertilizzanti. Il polimero super assorbente, invece, sarà reintrodotto per la realizzazione di nuovi prodotti assorbenti e nel settore florovivaistico.
Fonte: Elaborazione Largo Consumo
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Igiene persona o toiletries Assorbenti igienici e pannolini Ambiente Riciclo Raccolta differenziata
 
Tag citati: Fater, gruppo Angelini, Procter&Gamble

Notizie correlate