italiano italiano English English
03/06/2019
Largo Consumo 05/2019 - Approfondimento - pagina 33 - 4 pagine - Pedemonte Paola - Asselle Erica
 
 
Innovazione

Ricerca e sviluppo: investimenti ancora sotto la media europea

Gli investimenti in ricerca e sviluppo in Italia sono ancora inferiori rispetto a quello degli altri Paesi europei. È quanto emerge dai dati diffusi dalla Commissione Ue nella Relazione per Paese 2017 relativa all’Italia. In particolare, nel 2015, l’intensità complessiva di R & S (cioè la spesa totale per ricerca e sviluppo in percentuale del PIL) è stata pari all’1,33% (21,9 miliardi di euro), un livello lievemente inferiore a quello del 2014, ancora nettamente al di sotto della media Ue (2,03%) e distante dagli obiettivi 2020 fissati dall’Ue stessa (pari al 3% del PIL entro il 2020: 1% di finanziamenti pubblici, 2% di investimenti privati. Per il nostro Paese l’obiettivo complessivo è dell’1,53%). Per quanto riguarda la spesa in R & S del settore privato (0,74% del PIL in Italia, 14esima nella Ue che registra una media dell’1,3%), il divario rispetto all’Europa è nettamente più ampio di quello registrato per la spesa pubblica in R & S (0,56% del PIL in Italia, 17esima, contro lo 0,71% dell’Ue).

Gli investimenti in ricerca e sviluppo in Italia sono ancora inferiori rispetto a quello degli altri Paesi europei. È quanto emerge dai dati diffusi dalla Commissione Ue nella Relazione per Paese 2017 relativa all’Italia. In particolare, nel 2015, l’intensità complessiva di R & S (cioè la spesa totale per ricerca e sviluppo in percentuale del PIL) è stata pari all’1,33% (21,9 miliardi di euro), un livello lievemente inferiore a quello del 2014, ancora nettamente al di sotto della media Ue (2,03%) e distante dagli obiettivi 2020 fissati dall’Ue stessa (pari al 3% del PIL entro il 2020: 1% di finanziamenti pubblici, 2% di investimenti privati. Per il nostro Paese l’obiettivo complessivo è dell’1,53%). Per quanto riguarda la spesa in R & S del settore privato (0,74% del PIL in Italia, 14esima nella Ue che registra una media dell’1,3%), il divario rispetto all’Europa è nettamente più ampio di quello registrato per la spesa pubblica in R & S (0,56% del PIL in Italia, 17esima, contro lo 0,71% dell’Ue).

Questa è un'estrapolazione: Leggi il contenuto editoriale integrale

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Estrapolazione Innovazione Formazione Scuola Risorse umane
 
Tag citati: Antoniuzzi Sergio, EPO, European patent office, I.C.E.FOR Industria Chimica Ecologica, Innocenti Sandro, Osservatorio sulla Ricerca e l’Innovazione della Commissione europea, Prologis

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati