italiano italiano English English
03/09/2018
Largo Consumo 09-2018 - Approfondimento - pagina 28 - 1 pagina - Greguoli Venini Irene
 
 
Influencer marketing

Quando la pubblicità è occulta

C’è ancora fermento intorno al fenomeno dell’influencer marketing e della pubblicità occulta. Se per i brand comparire nei post di persone che hanno la capacità di indurre i consumatori nella scelta di un prodotto o di un servizio, come blogger o comunque personaggi noti, è un modo efficace di mettersi in mostra, secondo l’Istituto dell’autodisciplina pubblicitaria (Iap) questa forma di comunicazione commerciale non sempre è trasparente. Spesso infatti il fine promozionale del commento o dell’opinione espressa dall’influencer non è chiaramente riconoscibile dal contesto e quindi deve essere esplicitato con alcuni accorgimenti da cui risulti evidente l’esistenza di una collaborazione con l’azienda citata, il che di frequente non accade. Non per nulla Iap, che ha diffuso delle linee guida nella sua Digital chart, ha siglato un accordo con l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) per monitorare il fenomeno.

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Pubblicità Comunicazione Internet
 
Tag citati: Agcom, Antitrust, Iap, Instagram, Istituto dell´autodisciplina pubblicitaria, Nasti Chiara, Ravotti Martina, Rio Mare, Unione nazionale consumatori

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati