30/08/2016
Largo Consumo 07-08/2016 - pagina 17 - Approfondimento - 1 pagina
 
 
Agricoltura urbana

Quando l'orto è sul tetto

Dickinson Despommier, professore della Columbia University di New York, gia nel 1999 teorizzava la possibilita di produrre cibo in abbondanza e in modo sostenibile in Vertical Farm, centri di produzione agricola situati in citta, portando cosi sostentamento alle aree urbane senza dover trovare altro [...] Leggi tutto

Dickinson Despommier, professore della Columbia University di New York, già nel 1999 teorizzava la possibilità di produrre cibo in abbondanza e in modo sostenibile in Vertical Farm, centri di produzione agricola situati in città, portando così sostentamento alle aree urbane senza dover trovare altro terreno coltivabile. Al traguardo di Expo 2015 è stato presentato un prototipo tutto italiano, pensato da Enea con il contributo di un pool di imprese di tecnologia, produzione alimentare e distribuzione: quasi 5 m di serra verticale, descritta come il prototipo dell’agricoltura 3.0, cioè “zero pesticidi, zero Km, zero consumo di suolo”. 

La Vertical Farm è un’innovazione tecnologica già replicabile a livello industriale, sebbene si presenti ancora come prototipo in scala. Si sviluppa così un nuovo concetto di agricoltura, che mediante la riduzione dei consumi di acqua e di trasporto e l’aumento delle rese, potrebbe permettere di affrontare alcuni dei maggiori problemi di impatto ambientale delle società moderne in continua crescita ed evoluzione.

 
Autore: Francesca De Vecchi
 
Tag argomenti: Agricoltura Ambiente, Ecologia Innovazione
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Columbia University Despommier Dickinson Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) Expo 2015

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati
Nessun percorso di lettura correlato trovato