italiano italiano English English
01/03/2019
Largo Consumo 03/2019 - Approfondimento - pagina 16 - 1 pagina - Mandelli Chiara
 
 
Advertising

Programmatic in espansione

Se è vero che il futuro distopico dominato dall’intelligenza artificiale, raccontato da film e romanzi, non è lontano, un piccolo passo in questa direzione coinvolge anche il modo in cui le aziende investono e acquistano spazi pubblicitari. Lo evidenzia con chiarezza l’ultima edizione del “Programmatic marketing forecast” di Zenith, la media agency di Publicis groupe, da cui emerge che nel 2019 il programmatic costituirà ben il 65% degli investimenti digital. Sempre di più, quindi, le aziende scommetteranno su software in grado di navigare tra le migliori e più targettizzate proposte pubblicitarie on line e di acquistarne gli spazi digitali. La previsione per il 2019 è, secondo quanto riportato da Zenith, di una spesa pubblicitaria di 84 miliardi di dollari, contro i 70 miliardi e una share del 62% di quest’anno. Spesa prevista in aumento anche per il 2020, con una share del 68% pari a 98 miliardi di dollari (con mezzi digitali si intende tutte le forme di pubblicità a pagamento on line, inclusi video e social media, escludendo paid search e classified advertising).


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Pubblicità Internet
 
Tag citati: Amazon, Barnard Jonathan, Brightroll, Cacheux Benoit, Google, Publicis groupe, Zenith

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati