italiano italiano English English
07/01/2019
Largo Consumo 12/2018 - Approfondimento - pagina 11 - 1 pagina - Sala Carlo
 
 
Bevande alcoliche

Produttori in disaccordo con la Ue

Bocciata l’autoregolamentazione proposta dai produttori: l’indicazione in etichetta di ingredienti e valori nutrizionali delle bevande alcoliche richiesta dalla Commissione europea resta questione aperta. Una regolamentazione dovrebbe essere ora messa a punto dallo stesso esecutivo comunitario, nei pochi mesi che lo separano dalla scadenza del mandato e che lo vedono impegnato in questioni politiche di grande rilevanza, come la conclusione della Brexit (29 marzo 2019) e il rinnovo delle istituzioni europee (il 26 maggio 2019 si vota per il Parlamento europeo), in un clima di montante euroscetticismo e di condizionamenti tramite troll, fake news e simili. Di fronte agli obblighi informativi introdotti il 13 marzo 2017 dalla Commissione Ue (convinta che non esista «alcuna ragione obiettiva che giustifichi l’assenza della lista degli ingredienti e delle informazioni nutrizionali sulle bevande alcoliche»), i produttori europei avevano ottenuto dal commissario per la salute e la sicurezza alimentare, Vytenis Andriukaitis, di mettere a punto da sé...

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Superalcolici, spiriti e amari Normativa Etichettatura
 
Tag citati: Alleanza delle cooperative italiane settore agroalimentare, Andriukaitis Vytenis, BEUC, Commissione Ue, Santandrea Ruenza

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati