01/01/2015
Largo Consumo 01/2015 - pagina 85 - Notizia breve -
 
 

Più stile alla “bionda” Warsteiner

La pilsner Warsteiner più famosa, la Warsteiner Premium Vero, compare con un nuovo abito con un logo e l’etichetta rinnovati: un look caratterizzato da linee stilizzate e da un carattere più pulito che, senza rinnegare la tradizione, accenna però al design contemporaneo in un’ottica di continuità ch [...] Leggi tutto

La pilsner Warsteiner più famosa, la Warsteiner Premium Vero, compare con un nuovo abito con un logo e l’etichetta rinnovati: un look caratterizzato da linee stilizzate e da un carattere più pulito che, senza rinnegare la tradizione, accenna però al design contemporaneo in un’ottica di continuità che coinvolge la forma e lo spirito della storica birreria tedesca. Mentre l’etichetta si presenta ora come un “arco di trionfo” sul fronte della bottiglia e la lattina è stata impreziosita da uno scintillante dorato, il cambiamento più evidente del logo riguarda proprio la scritta “Warsteiner”, con la “S” maiuscola che lascia il posto a una “T” slanciata di più facile lettura. Scompare poi il vecchio payoff e al suo posto si trova la data “1753”, anno di fondazione dell’azienda insieme alla dicitura “Familien Tradition”.

 
Autore: Redazione di Largo Consumo
 
Tag argomenti: Birra
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Warsteiner Warsteiner Premium Vero “1753” “Familien Tradition”

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati
Birra