01/12/2015
Largo Consumo 12/2015 - Approfondimento - pagina 43 - 2 pagine - Risi Paola
 
 
Teleria letto

Per arredare e non solo per dormire

Se in Italia, fino a tutti gli anni Ottanta, il vissuto della biancheria, soprattutto al Sud, era legato al concetto di “corredo”, questa tradizione, come i comportamenti d’acquisto a essa correlati, risultano oggi superati. Un cambiamento culturale e sociale andato delineandosi parallelamente a una progressiva trasformazione della casa e dei modi di abitarla. In particolare la graduale riduzione degli spazi domestici e la conseguente despecializzazione degli ambienti, ha conferito a questa categoria produttiva un valore più pratico e “di arredo” per cui, più che la ricercatezza dei materiali e la cura di dettagli e rifiniture, oggi contano soprattutto colori, stile e design.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Tessile Tessile Casa
 
Tag citati: Zucchi Filippo, Gruppo Biancheria Casa di Sistema Moda Italia, Sita Ricerca, Zucchi Vincenzo, Pambianco, Zara Home, Ikea, Maison du Monde, gruppo Zucchi, Bassetti, Zucchi, Vecchi Giovanni Battista, Vincenzo Zucchi spa, Termometro Vendite Legnoarredo Gennaio–Aprile 2015, Federlegno-Arredo, Gobbo Giancarlo, Ennerev, Bigagli Camilla, Magniflex, Motta Fabio, Sapsa Bedding, Bertasa Alessandro, Onda Blu Texile, Smi, Istat, Ottoni Federico, Eridaneo

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati