italiano italiano English English
21/07/2017
Largo Consumo 05/2017 - Notizia breve - 1 pagina - Pubblicata online - Redazione di Largo Consumo
 
 
Energia rinnovabile

Nilar e Sun Plugged efficientano i centri commerciali

L'ecologia passa anche per la tecnologia. Lo sa bene CommONEnergy, il progetto europeo di efficientamento energetico dei centri commerciali, che ha presentato di recente due soluzioni innovative sviluppate da altrettanti partner.

La prima è Nilar 48 kWh, la batteria di accumulo fotovoltaico targata appunto Nilar, dalla filiera produttiva interamente svedese.

Sempre più mastodontici e frequentati, i centri commerciali richiedono enormi quantità di energia, che rischia di disperdersi ed essere quindi sprecata quand’anche si utilizzino fonti alternative. Gli accumulatori diventano allora una concreta soluzione al problema. In che modo? Immagazzinando l’energia prodotta dai pannelli solari, per poi rilasciarla nei picchi di massima necessità: così si ottimizza l’autoconsumo da fonti rinnovabili all’interno dell’edificio.

L'ecologia passa anche per la tecnologia. Lo sa bene CommONEnergy, il progetto europeo di efficientamento energetico dei centri commerciali, che ha presentato di recente due soluzioni innovative sviluppate da altrettanti partner.

La prima è Nilar 48 kWh, la batteria di accumulo fotovoltaico targata appunto Nilar, dalla filiera produttiva interamente svedese.

Sempre più mastodontici e frequentati, i centri commerciali richiedono enormi quantità di energia, che rischia di disperdersi ed essere quindi sprecata quand’anche si utilizzino fonti alternative. Gli accumulatori diventano allora una concreta soluzione al problema. In che modo? Immagazzinando l’energia prodotta dai pannelli solari, per poi rilasciarla nei picchi di massima necessità: così si ottimizza l’autoconsumo da fonti rinnovabili all’interno dell’edificio.

Basata sulla tecnologia Nimh, la batteria Nilar 48 kWh apporta ulteriori migliorie a un sistema già ricco di vantaggi. Oltre a garantire flussi e accumuli affidabili, il modello offre massima sicurezza, essendo immune da rischi di esplosione o incendio. È poi modulare e può quindi essere implementato (96 kWh, 192 kWh) in base alle necessità.

L'arrivo in Italia

La soluzione è recentemente approdata in Italia, presso il centro commerciale Coop MareMà di Grosseto, con una prima installazione supervisionata da Eurac Research, Schneider Electric e Nilar, tutti aderenti al progetto CommONEnergy. Il mall toscano è dotato di un sistema fotovoltaico che, oltre a rifornire la struttura, permette ai clienti di ricaricare i propri veicoli elettrici.

Nilar 48 kWh si appresta a invadere il Continente, portando con sé un efficientamento di energia prodotta dai pannelli solari dei centri sparsi in giro per l’Europa. Del resto, oltre ai sistemi di accumulo, gli stessi pannelli si stanno evolvendo ed è proprio a tale ambito che afferisce la seconda innovazione presentata da CommONEnergy, ovvero una pellicola sottile per facciate fotovoltaiche, realizzata da Sun Plugged.

Sintesi di efficienza ed estetica

Non tutti sanno che i pannelli convenzionali non sono sempre adatti ad applicazioni frontali. Da qui la necessità di sviluppare una tecnologia ad hoc, che oltre a ottimizzare la produzione di energia, garantisca anche una pressione minima, soltanto 2kg/mq. La soluzione Sun plugged è compatibile con gli attuali sistemi a facciata e, per la gioia degli esteti, promette un design d’avanguardia e la possibilità di adattamento a qualsiasi forma geometrica. Il bello passa per il green.

 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: CommONEnergy Energie rinnovabili Energia Edilizia e Immobili Centri Commerciali
 
Tag citati: CommONEnerg, Coop MareMà, Eurac Research, Nilar, Schneider Electric, Sun Plugged

Notizie correlate