italiano italiano English English
02/09/2019
Largo Consumo 09/2019 - Approfondimento - pagina 84 - 1 pagina - Latella Elisa
 
 
Mense scolastiche

Niente panino da casa

ensa e autorefezione possono convivere?Vale a dire, se la famiglia non condivide la modalità di ristorazione offerta dalla mensa scolastica (perché costosa, scadente, o per altri motivi), può ottenere il diritto per il bambino di consumare nei locali scolastici il pasto preparato da casa? Secondo la sentenza n. 20504 del 30 luglio 2019 della Corte di cassazione, quello all’autorefezione non è un diritto soggettivo perfetto e incondizionato. Ma andiamo con ordine. Tutto comincia nel 2014, quando alcuni genitori fanno causa a un comune e al Miur per ottenere il diritto di poter scegliere per i propri figli tra la mensa e la possibilità di consumare il pasto domestico all’interno dei locali scolastici e nell’orario di refezione. Il tribunale di Torino risponde di no: si può scegliere fra il tempo breve e il tempo pieno, e, se si sceglie il secondo, si può optare per far consumare al bambino il pasto preparato dalla mensa o per andarlo a prendere, portarlo a casa per il pranzo e riaccompagnarlo per le lezioni pomeridiane. Le tariffe delle mense sono proporzionate in base al reddito, quindi non c’è violazione del principio di gratuità dell’istruzione inferiore, garantito dall’art. 34 della Costituzione.

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Ristorazione Scuola Normativa
 
Tag citati:

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati