04/07/2016
Largo Consumo 06/2016 - - Notizia breve - 1 pagina - pubblicato on line
 
 
Imballaggi in plastica per alimenti

Nessun rischio per il consumatore finale

In riferimento a quanto riportato da alcune testate giornalistiche, che hanno parlato di “piatti di plastiche contaminate” e della presenza di residui di fluorurati in “piatti fondi”, il gruppo Pro.Mo , anche in seguito alle attività di verifica dei NAS presso numerose mense scolastiche, precisa che [...] Leggi tutto

In riferimento a quanto riportato da alcune testate giornalistiche, che hanno parlato di “piatti di plastiche contaminate” e della presenza di residui di fluorurati in “piatti fondi”, il gruppo Pro.Mo, anche in seguito alle attività di verifica dei NAS presso numerose mense scolastiche, precisa che tali residui non si possono trovare nelle stoviglie monouso in plastica.

 

Diversamente da imballaggi realizzati con altre materie prime, gli imballaggi in plastica destinati al contatto con alimenti (definizione che comprende anche le stoviglie monouso utilizzate nelle mense scolastiche) sono tra i più regolamentati, vista la presenza di una specifica legislazione europea (Regolamento UE N.10/2011) che si pone in attuazione del Regolamento comunitario quadro (Reg. CE 1935/2004) riguardante i materiali e oggetti destinati al contatto con alimenti.

 

Il Regolamento CE 1935/2004 prevede che gli imballaggi in plastica idonei al contatto alimentare non trasferiscano ai prodotti alimentari componenti in quantità tale da costituire un pericolo per la salute umana o una modifica inaccettabile della composizione dei prodotti alimentari, e nemmeno un deterioramento delle loro caratteristiche organolettiche.

 

Il rispetto di tali requisiti viene verificato dalle aziende produttrici prima dell’immissione degli imballaggi sul mercato, mediante analisi specifiche di contenuto e di migrazione dei componenti negli alimenti, presso laboratori accreditati e in ottemperanza alle disposizioni di Legge.

 

Inoltre le aziende aderenti al Gruppo Pro.Mo di Federazione Gomma Plastica sono da tempo impegnate in un percorso di crescita qualitativa, che ha condotto alla produzione di una serie di “Linee guida” per la produzione, tali da fissare criteri di controllo anche più stringenti di quelli previsti dalle norme.

 
Autore: Redazione di Largo Consumo
 
Tag argomenti: Alimentare Imballaggio Imballaggio in plastica Monouso Normativa o Legislazione Plastica Salute, Sanità e Benessere Sicurezza
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Federazione Gomma Plastica Legge Linee guida Nas Promo Reg. Ce. 1935/2004 Regolamento UE N.10/2011 Regolamento comunitario quadro

Notizie correlate