26/07/2016
Largo Consumo 06/2016 - - Notizia breve - 1 pagina - pubblicato on line
 
 
Dinamica delle vendite

Nel 2015 rischio di “crescita zero”

Il Presidente di Federdistribuzione Giovanni Cobolli Gigli esprime preoccupazione per i dati Istat sul commercio al dettaglio relativi al mese di maggio: una flessione del -1,3% rispetto a maggio 2015 nelle vendite a valore, con l’alimentare a -1,8% e il non alimentare a -1,0%. [...] Leggi tutto

Il Presidente di Federdistribuzione Giovanni Cobolli Gigli esprime preoccupazione per i dati Istat sul commercio al dettaglio relativi al mese di maggio: una flessione del -1,3% rispetto a maggio 2015 nelle vendite a valore, con l’alimentare a -1,8% e il non alimentare a -1,0%.

 

“Siamo lontani da segnali stabili di ripresa dei consumi, con dati altalenanti nei mesi e che complessivamente indicano una dinamica molto debole commenta Gigli – Particolarmente significativo è il calo delle vendite di prodotti alimentari, segno che la situazione economica e il generale clima di incertezza sul futuro frenano gli acquisti anche nella spesa dei prodotti essenziali.

 

Il quadro non è destinato a migliorare nei prossimi mesi estivi, sia per un’endemica debolezza della domanda interna che per il fatto che i consumi dovranno confrontarsi con un 2015 particolarmente dinamico, soprattutto nei prodotti alimentari, per fattori metereologici e per il contributo di Expo 2015. Una previsione realistica delle vendite al dettaglio per il 2015 potrebbe dunque essere vicino a una “crescita zero”.

 

Ma con questa evoluzione dei consumi lo sviluppo del Paese è a rischio, come testimoniano anche gli allarmanti dati di maggio della produzione industriale e degli ordinativi comunicati dall’Istat”.

 

La priorità deve essere la ripresa dei consumi, e su questo chiediamo sforzi ulteriori al Governo, chiamandolo a dare segnali di discontinuità con il passato sulle riforme per fornire più certezze sul futuro e a lavorare per aumentare il potere d’acquisto delle famiglie e per semplificare e agevolare l’attività d’impresa” conclude Cobolli Gigli.

 
Autore: Redazione di Largo Consumo
 
Tag argomenti: Consumi e Consumatori
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Cobolli Gigli Giovanni Expo 2015 Federdistribuzione Governo Istat Paese

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati