italiano italiano English English
26/04/2018
Largo Consumo 04/2018 - Approfondimento - pagina 130 - 1 pagina - Barrile Rosaria
 
 
Approfondimento: Cooperazione

Meno rischi per i soci prestatori

Con l’approvazione delle nuove norme sul prestito sociale contenute all’interno della Legge di Bilancio 2018, il mondo cooperativo prova a lasciarsi alle spalle, e a spegnere, una potenziale “miccia”. La messa in sicurezza di questa particolare forma di “prestito”, che costituisce un finanziamento per le cooperative e una remunerazione della liquidità per i soci prestatori, si era infatti resa necessaria a seguito delle vicende che hanno coinvolto in particolare due cooperative di consumo, la Società Cooperativa Carnica e le Coop Operaie di Trieste. Finite entrambe in concordato, il loro dissesto finanziario aveva messo a repentaglio i risparmi di circa 20.000 soci per un totale di 130 milioni di euro. Il susseguirsi di notizie circa la scarsa probabilità di ottenere un rimborso ha poi rischiato di causare ulteriori effetti a catena sia in termini di danni reputazionali per il mondo Coop, sia in termini di fiducia nei confronti del prestito sociale in quanto tale...


Nell'articolo:

Nell'articolo:
 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Cooperazione Credito e Banche Normativa
 
Tag citati: Alleanza 3.0, Banca d’Italia, Confcooperative, Coop, Coop Operaie, Legacoop, Mise, Società Cooperativa Carnica

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati