italiano italiano English English
17/09/2017
Largo Consumo 07-08/2017 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
 
 
Chiusure

Meno negozi a Milano

Milano soffre per la chiusura di insegne. Nel primo trimestre del 2017, i negozi sono diminuiti dello 0,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, con 320 chiusure a dispetto delle 119 aperture. A riportarlo sono i dati della Camera di Commercio, i quali evidenziano come da 12.205 botteghe si sia passati a 12.166. Le insegne d’abbigliamento sono in calo del 4,8%, seguite da macellerie (-4,1%), edicole e cartolibrerie (-3,3%) e ferramenta (-2,2%). Crescono le insegne dedicate all’alimentare (come bar e ristoranti). Tra le motivazioni di queste chiusure, non solo la crisi, ma anche la questione del [...]

All'interno dell'articolo:

Tabella - Le chiusure di negozi a Milano per settore

Milano soffre per la chiusura di insegne. Nel primo trimestre del 2017, i negozi sono diminuiti dello 0,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, con 320 chiusure a dispetto delle 119 aperture. A riportarlo sono i dati della Camera di Commercio, i quali evidenziano come da 12.205 botteghe si sia passati a 12.166. Le insegne d’abbigliamento sono in calo del 4,8%, seguite da macellerie (-4,1%), edicole e cartolibrerie (-3,3%) e ferramenta (-2,2%).

Crescono le insegne dedicate all’alimentare (come bar e ristoranti), alla telefonia, ai negozi di oggettistica e articoli regalo e al benessere (profumerie, erboristerie, centri estetici). Bene anche per gli ambulanti e gli shop on line con +0,8% rispetto ai primi tre mesi del 2016. In crescita del 3% chi ha deciso di investire in nuove attività nell’ambito ortofrutticolo e street food, del 5% quelli che hanno scelto di investire in altri prodotti. I negozi che nel 2017 hanno debuttato solo on line, invece, sono stati 34.

Tra le motivazioni delle chiusure, Alfredo Scotti dell’Associazione Cartolibrai di Confcommercio, segnala non solo la crisi, ma anche la questione del mancato ricambio generazionale. Tra le altre possibili cause anche i lavori per la linea 4 della metropolitana, che limitano l’accesso ai punti di vendita in diverse zone della città, come in via Foppa.

 Le chiusure di negozi a Milano per settore (1° trim. 2017 vs 1° trim. 2016)
abbigliamento -4,8%
macellerie -4,1%
edicole e cartolibrerie -3,3%
ferramenta -2,2%
totale negozi di Milano -0,3%
Fonte: elaborazione di Largo Consumo su dati della Camera di Commercio
 
 
Registrati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Abbigliamento Edicole Ferramenta e utensileria Macellazione Cartoleria e Cancelleria Commercio ambulante Commercio elettronico Profumi e Profumerie Erboristerie Bar Ristorazione Telefonia Commercio tradizionale
 
Tag citati: Alfredo Scotti, Associazione Cartolibrai di Confcommercio, Confcommercio

Notizie correlate