italiano italiano English English
01/02/2017
Largo Consumo 02/2017 - Approfondimento - pagina 67 - 1 pagina - Latella Elisa
 
 
Diritto del lavoro

Licenziamenti controversi

La Corte di Cassazione nel 2015 e nel 2016 è intervenuta più volte in riferimento a situazioni in cui è stato necessario bilanciare i diritti del lavoratore, quale parte contrattuale debole, con la necessità di tutelare legittimamente la parte datoriale, nei casi per esempio di mancato rispetto dell’orario di lavoro, di furti, di danni derivati a persone e cose. La sentenza della Corte di Cassazione, sezione lavoro n. 13380 del 2015, ha affermato che in tema di licenziamento per giusta causa o giustificato motivo oggettivo, qualora il lavoratore sia autorizzato a prestare la propria attività fuori dall’azienda e con orari liberamente scelti come più funzionali all’incarico, il datore di lavoro ha l’onere di provare l’inadempimento del lavoratore.

Nell'articolo:
  • Mercato retail: l’andamento delle vendite per dimensione di impresa: 2015 vs 2016
    Nell'articolo:
    • Mercato retail: l’andamento delle vendite per dimensione di impresa: 2015 vs 2016
       
       
      Abbonati per leggere il contenuto
       
      Tag argomenti: Risorse umane Lavoro, Occupazione Normativa
       
      Tag citati: Auchan, Corte di Cassazione, Istat, n° 17315 del 2013, pronuncia della Suprema Corte n. 15066/2015, sentenza della Corte di Cassazione sezione lavoro n. 13380 del 2015, sentenza n° 6764 del 2016 della Corte di Cassazione, Statuto dei Lavoratori, Suprema Corte, Tribunale di Torino

      Notizie correlate

      Percorsi di lettura correlati