01/01/2014
Largo Consumo 01/2014 - pagina 0 - Notizia breve - 1/7 di pagina
 
 

Libero accesso a Fido in negozio

Dopo le spiagge e gli alberghi, ora anche per i 320.000 bar e esercizi commerciali italiani cade il divieto di ingresso degli animali da compagnia. Finisce così l’epoca in cui ci si vedeva costretti a “parcheggiare” i propri amici a quattro zampe fuori dai negozi e i cani, anziché respinti, verranno [...] Leggi tutto

Dopo le spiagge e gli alberghi, ora anche per i 320.000 bar e esercizi commerciali italiani cade il divieto di ingresso degli animali da compagnia. Finisce così l’epoca in cui ci si vedeva costretti a “parcheggiare” i propri amici a quattro zampe fuori dai negozi e i cani, anziché respinti, verranno accolti con più cordiali cartelli di benvenuto: naturalmente accompagnati dai relativi proprietari, provvisti di guinzaglio e museruola. A favorire quella che è già stata definita una “rivoluzione pet-friendly” è una nota aggiunta al manuale delle norme igienico-sanitarie emanato dalla Fipe, cui fanno riferimento i 200.000 bar, ristoranti e affini attivi nel Paese, ma la norma del Ministero della Salute, adeguata a quelle europee riguarda tutto il circuito commerciale.

 
Autore: Redazione di Largo Consumo
 
Tag argomenti: Bar Pet food e Pet care Ristorazione
 
Leggi tutto
Contenuto fruibile tramite registrazione
Tag citati: Fipe Ministero della Salute Paese

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati