01/09/2015
Largo Consumo 09/2015 - Approfondimento - pagina 16 - 1 pagina - Barrile Rosaria
 
 
Fusioni

Le ricche nozze Ahold-Delhaize

Per gli analisti finanziari e per quelli del settore retail rappresenta un matrimonio di valore. Per le altre catene distributive si tratta invece di un ulteriore inasprimento della concorrenza sul mercato basata su promozioni e ribassi del prezzo a scaffale. I gruppi olandese e belga Royal Ahold e Delhaize, rispettivamente quotata la prima adAmsterdam e la seconda all’Euronext di Bruxelles e al NewYork Stock Exchange, hanno ufficializzato a fine giugno l’accordo di fusione che darà vita al gigante della distribuzione “Ahold Delhaize“ con un volume d’affari complessivo di circa 54 miliardi di euro, Ebitda di 3,5 miliardi, Ebit (da attività “core”) pari a 1 miliardo e cash flow disponibile di quasi 2 miliardi.

 
 
Abbonati per leggere il contenuto
 
Tag argomenti: Rating Grande Distribuzione Merger e Acquisition
 
Tag citati: Ahold-Delhaize, Royal Ahold, Delhaize, Stanley Morgan, Deloitte, Auchan, Casino, Wlagreens, Costco, Whole Foods Market, Safeway Albertson's, Wal-Mart, Morningstar, Federal Trade Commission, Boer Dick, Stop & Shop, Peapod, Giant Landover, Giant Carlisle, Heijn Albert, Etos, Gall & Gall, Spar, Albert, Pingo-Doce, Bol.it, Delhaize Group, Muller Frans, Coop Italia, Coopernic, Leclerc, ex Groupe Delhaize, Food Lion, Hannaford, Jannson Mats, Hommen Jan, Vaucleroy Jacques de, Spar

Notizie correlate

Percorsi di lettura correlati